Sport

Juventus, Arthur-Pjanic scambio imminente

CALCIOMERCATO

CALCIO E’ ormai in dirittura d’arrivo lo scambio Pjanic-Arthur fra la Juventus e il Barcellona. Il 23enne centrocampista brasiliano è arrivato all’aeroporto di Caselle di Torino la scorsa notte, in compagnia dei medici blaugrana, del padre e del fratello, a bordo di un aereo privato, per effettuare le visite mediche di rito. Arthur Melo è arrivato al J-Medical intorno alle 9.30 e ha lasciato la struttura verso le 15.30. Delusi i pochi tifosi presenti all’esterno, il giocatore - per motivi di opportunità - è stato letteralmente "nascosto" dalla Juventus che lo ha fatto entrare ed uscire da un ingresso secondario. Anche Pjanic ha svolto le visite mediche alla presenza di un medico del Barcellona, gli esami del bosniaco si sono svolti a Torino per l’impossibilità di volare in Spagna a causa del blocco dei voli per il coronavirus.

Fondamentale per Juventus e Barça chiudere l’operazione entro il 30 giugno, in modo da inserire una ricca plusvalenza nei rispettivi bilanci di questa stagione. Pjanic sarà valutato 60 milioni più bonus, mentre Arthur 70 più bonus anche vista l’età più giovane del bosniaco. I bianconeri dovrebbero versare una decima di milioni nelle casse catalane per completare l’operazione. Arthur dovrebbe firmare con la Juventus un contratto di cinque anni, con un ingaggio di circa 5 milioni più bonus all’anno. Per la Juventus un’operazione in prospettiva, vista l’età del giocatore ma che consente anche una riduzione del monte ingaggi visto che il brasiliano andrà a guadagnare circa 2 milioni all’anno in meno di Pjanic.

Classico volante sudamericano, Arthur è forse il primo vero acquisto "sarriano" della Juventus. Il 23enne brasiliano può giocare sia da centrocampista centrale come faceva nel Gremio, sia come mezzala classica come ha fatto nel Barcellona. Nonostante il fisico minuto (è alto 1,73 cm) è dotato di buona accelerazione e grande abilità nei passaggi oltre che nel controllo di palla. Nonostante la giovane età vanta già un palmares di tutto rispetto, avendo conquistato un campionato 'gauchò e soprattutto una Coppa Libertadores con il Gremio. Con il Barça ha vinto la Liga e la Supercoppa nella scorsa stagione, mentre con la nazionale brasiliana ha conquistato la Coppa America nel 2019. Un tassello importante per la Juve del futuro.

E sempre da valutare in ottica futura è l’altra operazione conclusa dalla Juventus con il Manchester City, vale a dire lo scambio fra l’attaccante spagnolo Pablo Moreno e l’ala portoghese Felix Correia. «Sono felice di essere qui», le prime parole rilasciate a Sky mentre dall’hotel si dirigeva al J Medical. Classe 2001, Correia è cresciuto nel settore giovanile dello Sporting Lisbona come Cristiano Ronaldo. Successivamente è stato ceduto al Manchester City di Pep Guardiola, che lo ha poi dato in prestito lo scorso anno alla squadra U21 dell’Az Alkmaar nella Serie B olandese. Dotato di grande velocità e capacità di rifinitura, Correia dovrebbe essere aggregato almeno inizialmente alla Juventus U23.

LAPRESSE

Articoli Correlati
Sport