Fatti&Storie

Si apre un'altra voragine: inghiottita un'auto

Roma

Una voragine stradale si è aperta la notte scorsa lungo la circonvallazione Gianicolense, nella zona sud-ovest della capitale. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno provveduto a mettere in sicurezza l'area e a rimuovere le due auto parcheggiate, una delle quali è però finita parzialmente nell'apertura dell'asfalto. Nessuno è rimasto ferito.

"Roma come Atlantide".  "Una città che sta letteralmente crollando mettendo a repentaglio l'incolumità dei cittadini", afferma il Codacons a proposito della nuova voragine. "Si tratta della terza maxi-voragine che nel giro di poche settimane si è aperta a Roma, inghiottendo automobili in sosta. Non vorremmo che il Campidoglio stia accelerando in modo troppo violento sul progetto di ridurre il numero di auto in circolazione a Roma, facendole sparire nelle voragini! - afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi - Non è più possibile attendere oltre perché ad essere a rischio non sono solo auto e moto, ma la stessa incolumità degli utenti, e si deve procedere ad un rifacimento strutturale delle strade per evitare che Roma si inabissi come la leggendaria Atlantide".    E intanto l'associazione offre assistenza legale ai residenti di circonvallazione Gianicolense interessati dalla voragine odierna, ai fini delle dovute richieste risarcitorie nei confronti del Comune.

Articoli Correlati
Fatti&Storie