Il Milan al bivio prepara l'operazione Atalanta

  • Calcio

CALCIO Dopo aver steccato il match point per atterrare in Champions tranquillamente dopo 7 anni di assenza il Milan di Stefano Pioli si giocherà il tutto per tutto in 90 minuti domenica 23 maggio in casa dell'Atalanta, a Bergamo. Per non stare a guardare cosa faranno Napoli e Juventus, ai rossoneri serve solo serve vincere. Gli uomini di Gian Piero Gasperini mercoledì giocheranno anche la finale di Coppa Italia con la Juventus: una partita che potrebbe generare stanchezza nei nerazzurri (specialmente in caso di sconfitta) ma che al contrario potrebbe anche generare nuovo entusiasmo (in caso di vittoria). Insomma, per il Milan sarà durissima e l'unica certezza è che senza Champions si andrà incontro ad un sensibile ridimensionamento del progetto. 

Quest'anno il Milan non è mai stato fuori dalla zona Champions e rischia di rimanerci, invece, all'ultima giornata. Ma -detto che il Gewiss Stadium è il posto peggiore dove andare per fare bottino pieno - Pioli può aggrapaprsi ad alcuni fattori positivi: il suo Milan che è tra le migliori squadre d'Europa in trasferta. Conti alla mano, ha battuto a domicilio Napoli, Roma e Juventus, forte anche di una difesa ben organizzata. I fatti parlano chiaro: nessun gol subito nelle ultime 4 gare (anche se Donnarumma, contro il Cagliari, ha salvato almeno un paio di reti). 
Nel frattempo, a Milanello è scoppiato anche il caso del vice Ibra (chi l'avrebbe detto, dopo il 7-0 al Torino?) Contro il Cagliari Rebic, Leao e Mandzukic non hanno convinto: e questa è forse la preoccupazione più importante, in vista di Bergamo. Ma è anche un post-it sulla scrivania dei dirigenti per il prossimo anno: in Champions o meno. 

 

Articoli Correlati

Juventus in ChampionsSì e no: il giallo della lettera

La Juventus ha ricevuto la comunicazione relativa alla partecipazione alla prossima Champions. Ma l'Uefa precisa che si tratterebbe solo di un "atto formale"

Roma, passati venti annidal terzo scudetto: i ricordi

Il 17 giugno del 2001 la Roma si laurea per la terza volta nella sua storia Campione d’Italia.

Lukaku vero leaderfa gol al razzismo

Il ct del Belgio lo esalta per la maturità acquisita giocando con l'Inter. E lui, alla Cnn, elogia l'Italia per i provvedimenti contro il razzismo