Fatti&Storie

Festini con droga e orge Coinvolte baby-prostitute

bologna

ROMA.Andavano avanti dall’autunno del 2019 e sono durati fino ai primi mesi del 2020, i festini a base di cocaina e prostituzione, in cui risulterebbero coinvolte diverse ragazze e almeno due minorenni, che si svolgevano, secondo la procura di Bologna, nella villa dell’impresario edile, D.B, ora in carcere. Sette le misure cautelari per induzione alla prostituzione e reati in materia di stupefacenti. Tra i destinatari anche un agente immobiliare, L.C., ex candidato della Lega alle regionale (ora ai domiciliari). Coinvolto, poi, oltre a un avvocato e un ingegnere, anche un ristoratore. Gli indagati sarebbero tutti bolognesi.

La denuncia di una delle giovani

La denuncia, a quanto si apprende, è partita da una delle ragazze cheha partecipato ai festini e che avrebbe raccontato alle forze dell’ordine di aver assunto cocaina nella villa. Successivamente,
quando non era più lucida, i presenti avrebbero approfittato di lei,coinvolgendola in atti sessuali, mentre non era in grado di opporre resistenza.

Articoli Correlati
Fatti&Storie