Il Politecnico di Torino cambia logo

  • Università

TORINO Parte dal logo la revisione dell'immagine del Politecnico di Torino. Un restyling, curato dalla digital agency milanese Wellnet e dall'agenzia di comunicazione torinese Sixeleven, per raccontare il Politecnico di oggi e di domani. Raffigura il Castello del Valentino, sede fin dalle origini della Scuola di Applicazione degli Ingegneri, e la testa di Minerva Galeata, dea della saggezza, dell'ingegno e delle arti utili, incorniciati da un ramo di alloro baccato e di quercia, simbolo rispettivamente di gloria e forza morale e del titolo di laurea conferito agli studenti dell'Ateneo. La scritta è una sola, "Politecnico di Torino", come la data, il 1859, l'inizio della storia dell'Ateneo. Il blu di Prussia, noto anche come Blu degli ingegneri perché usato in una speciale miscela per verificare la regolarità di una superficie, rende il logo più attuale. Il colore secondario è l'arancione, complementare del blu. "Con questo progetto di ridefinizione della nostra immagine e della sempre più importante presenza online dell'Ateneo - commenta il rettore Guido Saracco - vogliamo comunicare a tutti la direzione in cui si sta muovendo il Politecnico. Sono certo che tutta la nostra grande comunità si riconoscerà in questo nuovo logo, e sarà orgogliosa di portarlo nel mondo come simbolo della nostra capacità di rinnovarci, al passo coi tempi ma rimanendo sempre ben connessi con le nostre radici".

Articoli Correlati
Università

Atenei, da qui al 2030una specie di "super Erasmus"

Maggiore cooperazione e dialogo tra i paesi sull’istruzione superiore, libera circolazione di studenti e docenti
Università

"Sapienza in Movimento"lista più votata in ateneo

Affluenza record alla Sapienza Università di Roma
Università

Test d'ingresso a Medicinaper 66.638 studenti

Al via il concorso nazionale il 3 settembre. Tutti gli aspiranti dovranno essere muniti di autocertificazione