spionaggio
12:59 pm, 30 Marzo 22 calendario

Spionaggio, processo Biot sarà a porte chiuse

Di: Redazione Metronews
condividi

Aperto davanti alla Prima Corte di Assise di Roma il processo per Walter Biot, arrestato il 30 marzo 2021, con l’accusa di spionaggio per aver passato documenti segreti a un funzionario russo in cambio di cinquemila euro. Un processo che su disposizione dei giudici si celebrerà a porte chiuse. Nei confronti del capitano di fregata, presente in aula, la procura di Roma, dopo l’inchiesta della pm Gianfederica Dito coordinata dal procuratore aggiunto Michele Prestipino, contesta le accuse di spionaggio, rivelazione di segreto di Stato e corruzione.

Spionaggio, Biot e segreto di Stato

“E’ pervenuta la richiesta da parte dell’Avvocatura dello Stato di procedere a porte chiuse per ragioni attinenti alla sicurezza nazionale dovendosi trattare di questioni relative al segreto di Stato. Richiesta – ha spiegato il difensore di Biot, l’avvocato Roberto De Vita- che è stata opposta dalle altre parti civili e rispetto alla quale ho chiesto di bilanciare il diritto costituzionale alla pubblica udienza con quello della tutela delle notizie segrete in occasione degli specifici atti istruttori, come testimonianze e esame dei documenti”.

Nel corso della prima udienza sono stati ammessi come parti civili nel procedimento la Presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero della Difesa rappresentate dall’Avvocatura dello Stato, il partito per la tutela dei diritti dei militari e la Federazione lavoratori militari. Il Tribunale ha poi disposto il rinvio al prossimo 15 giugno alla luce della fissazione dell’udienza in Cassazione, prevista per il 31 maggio, chiamata a pronunciarsi sul conflitto di giurisdizione sollevato dall’avvocato Roberto De Vita. Nella lista testi che verrà depositata dalla difesa del capitano di fregata compaiono, tra gli altri, come già nel procedimento davanti al tribunale militare, i nomi del ministro della Difesa Lorenzo Guerini, la direttrice del Dis Elisabetta Belloni, il capo di Stato maggiore della Difesa Giuseppe Cavo Dragone.

30 Marzo 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA