Meteo
 


Spettacoli

Il cinema post Covid-19 Martone, Leo e Avati sul set

Cinema

ROMA Da una parte Daniele Vicari che per girare il suo film “Il giorno e la notte” ha sfruttato il lockdown «ribaltandone in positivo le costrizioni» e facendo lavorare il cast - tra cui Isabella Ragonese e Vinicio Marchioni - a casa loro per raccontare di un attentato chimico che blocca Roma e obbliga tutti a non uscire. 

Dall’altra, i numerosi film che il lockdown ha fermato. Per loro è arrivato il momento di ricominciare le riprese, rispettando il protocollo anticovid.   

In luglio ritornerà al lavoro Mario Martone con “Qui rido io” in cui Toni Servillo interpreterà Eduardo Scarpetta. 

Sul versante “commedia” ripartiranno  “Lasciarsi un giorno a Roma” di Edoardo Leo e “Una famiglia mostruosa” di Volfango De Biasi

Primi ciak, invece, per Pupi Avati, che il 3 agosto, comincerà a dirigere “Lei mi parla ancora” tratto dall’omonimo romanzo di Giuseppe Sgarbi, sulla vita dei genitori di Vittorio ed Elisabetta. Nel cast, fra gli altri, Johnny Dorelli, Fabrizio Gifuni, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Chiara Caselli e Alessandro Haber.

Altro primo ciak per “Leonora Addio” di Paolo Taviani,  tratto dal racconto di Pirandello, girato a Cinecittà. 

E se è già in postproduzione “10 giorni con Babbo Natale” di Alessandro Genovesi, sequel di “10 giorni senza mamma” che ha sbancato i botteghini, la coppia De Sica-Boldi, secondo indiscrezioni sul web,  comincerebbe a girare tra luglio e agosto un nuovo cinepanettone.

PATRIZIA PERTUSO

 

Articoli Correlati
Spettacoli