Sport

La rivoluzione del Milan Pioli sorpassa Spalletti

Calcio

CALCIO Mentre Marco Giampaolo è già virtualmente l’ex allenatore del Milan la battaglia per la sua successione si fa infuocata. Per tutta la giornata di ieri Luciano Spalletti è stato ad un passo dalla firma, ma all’ultima curva c’è stato il sorpasso da parte di Stefano Pioli. Il tutto per “colpa” dell’Inter.  Spalletti, affamato di rivincita dopo essere stato scaricato dall’Inter, aveva già detto sì alla corte del club rossonero pur essendo ancora sotto contratto con i “cugini” nerazzurri (4,5 milioni di euro a stagione fino al 2021). L’allenatore avrebbe chiesto all’Inter una buonuscita importante (un anno pagato per intero) per risolvere il suo contratto prima della scadenza (e poter andare al Milan). E qui è cominciato il braccio di ferro:  Marotta non vuole pagare così tanto. 
L’Inter vuole risparmiare tagliando il ricco  contratto dell’ex tecnico (staff e remi compresi) e non intende soddisfarne le richieste per mandarlo ad allenare i cugini, con il rischio (tra l’altro) di ritrovarseli concorrenti per la Champions. Spalletti dovrebbe di molto abbassare le pretese, insomma. 
Il sorpasso di Pioli
A questo punto entrerebbe in gioco Pioli, che ha saggiamente lasciato in stand by le telefonate con Ferrero che lo vuole per sostiture Di Francesco con cui ha risolto consensualmente il contratto proprio ieri. Le difficoltà di Spalletti aprono le porte a Pioli, già contattato dalla dirigenza rossonera e che non ha problemi per l’eventuale chiusura positiva dell’accordo. Probabile un faccia a faccia a ore. Sfuma, infine, l’ipotesi Rudi Garcia. L’ex allenatore della Roma è vicino al Monaco dove andrebbe a sostituire un altro tecnico in difficoltà: Leonardo Jardim, che ha messo insieme 9 punti in 9 gare ed è 16esimo in Ligue1.   

Articoli Correlati
Sport