Benevento, che paura! Braaf, gol storico

  • Serie A

Va bene vincere a Torino facendo l'impresa della vita. Molto meno è sentirsi appagati dopo quel colpo esterno che, in ogni caso, passerà alla storia. Era il 21 marzo, è passato più di un mese e il Benevento, da allora, non ha più conquistato i tre punti. Nell'anticipo delle 12:30 la squadra di Inzaghi ne ha presi addirittura 4 da un'Udinese scesa in campo per vincere. Friulani subito avanti al quarto minuto con Molina che batte Montipò con un gran diagonale. Al 22° un problema muscolare costringe l'ex cagliaritano Sau a uscire. Al suo posto entra Gaich. Piove sul bagnato perchè al 31° un'invenzione di De Paul lancia Pereyra, palla per Arslan ed è il raddoppio. Il Benevento rientra in gara al 33°: lo stesso Arslan si fa... perdonare dai padroni di casa commettendo una sciocchezza: il suo retropassaggio per Musso è corto e Lapadula può involarsi verso la rete, venendo falciato dal portiere ospite. Il rigore viene trasformato da Viola. Nella ripresa la musica non cambia e al 49° c'è gloria anche per Stryger Larsen. Il suo colpo di testa, su cross di de Paul è perfetto. Poi entra in scena Musso, miracoloso su Ionita e Gaich. Al 69°, però, sono ancora i friulani ad andare vicinissimo alla quarta marcatura: il tiro di Pereyra colpisce il palo a Montipò battuto. Poco dopo, al 73°, il poker è servito: Braaf, appena entrato, dribbla Glik e realizza. Il suo è un gol storico: Jayden Braaf è, infatti, il giocatore vivente più giovane ad aver segnato una rete in Serie A. Il giovane olandese è nato il 31 agosto del 2002 e batte quindi il record precedente di Amad Diallo/Traoré, nato l'11 luglio 2002. Sull'1-4 i giochi sono praticamente finiti. C'è tempo solo per il gol inutile di Lapadula al minuto 83. L'Udinese è quasi matematicamente salva, il Benevento vede le streghe (per davvero...). Restando fermo a quota 31, qualora il Cagliari alle 18 dovesse battere la Roma, verrebbe raggiunto dai sardi. E, dopo una stagione tutto sommato tranquilla, per Inzaghi e co. sarebbe una vera beffa.

METRO

Articoli Correlati

Ranieri lascia la Samp"Non ci sono i presupposti"

L'allenatore romano lascia la guida tecnica della Sampdoria. In futuro probabile incarico all'estero o anno sabbatico

Bagarre ChampionsL'Atalanta torna seconda

A Bergamo cade ancora il Benevento. L'Atalanta vince 2-0 e torna seconda. In coda pari tra Samp e Spezia e tra Cagliari e Fiorentina

Cagliari da colpo grossoe Vigorito s'infuria

Il Cagliari vince a Benevento lo "spareggio" per restare in serie A. Ma il presidente campano accusa tutti