Cts, chiudere le scuole nelle zone rosse

  • Coronavirus

Chiudere le scuole, di ogni ordine e grado, nelle zone rosse, anche quelle presenti nelle regioni gialle. E protocolli invariati nelle aree arancioni e gialle con la didattica in presenza al 50% nelle scuole superiori. Con la possibilità di prevedere però restrizioni ulteriori, prescindendo dal colore, quando viene superata una determinata soglia di incidenza: si balla tra i cento casi di contagio settimanali ogni 100mila abitanti rispetto agli attuali 250. E' quanto valutato dal Cts in una riunione  il cui verbale è stato trasmesso ai ministri competenti. Gli esperti suggeriscono una modulazione delle misure, differenziando tra Comune o Provincia in base all'andamento della curva dei contagi su base territoriale e non più a livello regionale. 

Articoli Correlati
Coronavirus

Allerta per l'assediodei ristoratori a Montecitorio

L'Italia torna quasi completamente in arancione. In settimana la decisione sulle riaperture prima di fine mese
Coronavirus

Cambi colore, in arancioneanche Lombardia e Piemonte

Dal 12 in arancione Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Rossa la Sardegna
Coronavirus

Draghi: "Ora si vaverso le riaperture»

Italia vira in arancione. Il premier: «Nuovo decreto Sostegni andrà oltre i 32 miliardi»