Torino
1:56 pm, 6 Settembre 22 calendario
4 minuti di lettura lettura

Murazzi, ombrellone in volo ferisce una donna

Di: Redazione Metronews
Murazzi ombrellone ferisce donna
condividi

Ha procurato lesioni gravi l’ombrellone che la scorsa settimana ai Murazzi si è levato in volo a causa del forte vento, ferendo al volto una donna. I fatti risalgono allo scorso 27 agosto.

Murazzi, ombrellone in volo ferisce una donna

La  vittima è un’avvocata civilista. L’incidente è avvenuto la sera del 27 agosto. La donna era a cena in un ristorante in zona Murazzi. All’improvviso il tempo è cambiato: le raffiche di vento hanno spazzato l’area esterna del ristorante, con una violenza tale da sollevare gli arredi.

Un ombrellone, a quanto sembra aperto, si è staccato all’improvviso e ha centrato l’avvocata in piena faccia. Le conseguenze non sono state lievi. L’impatto le ha procurato un trauma cranico, la frattura della mascella e quella del setto nasale, oltre a lesioni varie.

La donna, ricoverata in un primo momento all’ospedale Gradenigo, è ora al Giovanni Bosco. I medici le hanno diagnosticato una prognosi di 40 giorni. Non solo: nelle prossime settimane dovrà anche sottoposrrsi ad alcuni interventi di chirurgia maxillo-facciale.

Sono in corso le indagini per stabilire se i titolari del risortante abbiano rispettato tutte le norme previste per tutelare la sicurezza dei clienti.

Le analogie con la tragedia di Briancon

L’incidente della scorsa settimana ai Murazzi ricorda da vicino la tragedia di Briancon: lo scorso 13 agosto una serranda aveva investito Carlotta Grippaldi, uccidendola . La ragazza, una torinese di 27 anni, era in vacanza nella cittadina francese al confine con il Piemonte.

Anche in quell’occasione fu il vento a provocare l’incidente, anche se con un esito molto più grave. Una morte assurdam che aveva profondamente scosso l’opinione pubblica, e per la quale le autorità francesi hanno aperto un’indagine per appurare eventuali responsabilità.

Carlotta Grippaldi era morta sotto gli occhi di un suo amico, che l’aveva accompagnata nella breve vacanza francese. La ragazza amava molto le Alpi e la montagna. Era conosciuta al Sestriere dove lavorava come insegnante di sci. Una passione che non aveva abbandonato nemmeno dopo l’assunzione alla Lavazza di Torino.

6 Settembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo