Can Yaman
8:42 pm, 29 Aprile 22 calendario
5 minuti di lettura lettura

Can Yaman ringrazia: «Devo molto all’Italia»

Di: Orietta Cicchinelli
Can Yaman
condividi

Can Yaman sbarca (o meglio, atterra in elicottero) al Montecarlo Film Festival de la Comédie e non ce n’è più per nessuno. L’affascinante attore turco, che ha raggiunto la popolarità internazionale grazie a numerose serie di successo, è nel Principato di Monaco per ritirare un premio per il sociale alla serata di Gala di domani al Grimaldi Forum.

Ma il fermento inizia già alla notizia del suo arrivo: blindatissimo l’incontro, ma in terrazza e vista-mare. Niente video, poche o nessuna domanda, avverte il suo entourage! Ma poi Can Yaman arriva al Bay Hotel, elegante nel suo stile (un po’ pigiama haute couture, però!), e la musica cambia: da vera star si concede ai fotografi e anche a chi fotografo non è. Sulle domande si resta blindati sì, ma qualche battuta in più si riesce a strappare in confidenza. La guerra è guerra, come insegna chi il mestiere di giornalista lo fa da un pezzo…

Can Yaman For Children

Si parte dal premio alla sua Onlus che, dopo numerose iniziative solidali in aiuto ai bambini in difficoltà, ora volge l’attenzione ai piccoli ucraini.

«Da quando sono in Italia – racconta l’attore in perfetto italiano, che spiega di aver studiato al liceo nella sua Istanbul – ho ricevuto tanto amore e sono stato circondato da un affetto pazzesco. Così ho sempre avuto la preoccupazione di trovare un modo per ricambiare. Da qui è nata l’idea della mia associazione che si occupa di bambini in difficoltà».

La popolarità conquistata

«In Italia e grazie all’Italia – continua Can Yaman – sono diventato una persona migliore. Se mi piacerebbe fare anche ruoli comici? Come attore sono sempre stato circondato da comici, anche muovendomi in situazioni romantiche, e penso di avere il “tempo comico”. Nell’ultima serie che ho fatto, dove si parla comunque di una storia d’amore, c’è molta improvvisazione e non mancano le gag. Dunque, sì, mi piacerebbe realizzare una vera commedia».

Tra moda, tv e profumi

Dopo aver pubblicato un’autobiografia (dal titolo Sembra strano anche a me) ora, da vero imprenditore, lancia anche un profumo! «Direi che mi piace esprimermi in modi diversi – chiarisce – anche attraverso i miei vestiti. Come ho sempre fatto d’altronde: sento la necessità, oggi più che mai, di far conoscere il vero me stesso. Su Google – denuncia Yaman – ci sono tante informazioni non vere. Per questo ho voluto raccontare la mia vita in e i sacrifici e gli insegnamenti ricevuti spiegandoli in un libro che abbraccia i miei primi 24 anni di vita. Cioè tutto il periodo prima che diventassi attore. Ho voluto far conoscere la parte di me più sconosciuta. E anche il mio profumo – sottolinea orgoglioso – mi rispecchia, perché ci sono dentro i miei gusti e i miei aromi che dalla tv certo non si possono trasmettere. Le essenze che ho usato per il mio profumo? Fragola, cioccolato fondente e whisky: le cose che più amo!». Qualche foto ricordo fronte mare, sotto il sole di Monte Carlo, e una scia di profumo di…uomo!

29 Aprile 2022 ( modificato il 30 Aprile 2022 | 15:21 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA