Meteo
 


Fatti&Storie

Hinterland della droga Sgominata la banda

CITTA' Gestivano il traffico di droga a Quarto Oggiaro e Bollate. Per questo, la polizia ha arrestato nove persone indagate per traffico e spaccio di ingenti quantitativi di cocaina. Le indagini della squadra mobile, alla base dell’ordinanza di custodia cautelare del gip e sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia, si basano sulle dichiarazioni fornite da un collaboratore di giustizia che, dopo il suo arresto, nell’ambito dell’operazione “Old Sory-Eden” del 2017 avevano portato ad aprire nel 2018 l’inchiesta “Red Carpet” che ha permesso di arrestare 23 persone. Facevano parte, in maggioranza, di una associazione dedita, dal 2013 al 2017, alla gestione delle “piazze di spaccio” dei quartieri Comasina e Bruzzano. Ma le rivelazioni del “pentito” hanno consentito di ricostruire reati di spaccio consumati tra il 2012 e il 2017. Si parla di quantità che si aggirano tra i 164 e i 190 chili di cocaina. Gli arrestati acquistavano la droga dallo stesso collaboratore di giustizia, per poi rivenderla in quantità minori nelle piazze di spaccio, appunto, di Quarto Oggiaro e Bollate. Allarmante il “quadro” disegnato dal gip:  il fatto che i quantitativi di cocaina gestiti dall’organizzazione al cui vertice c'era il collaboratore di giustizia siano «rilevantissimi rappresenta un indice di sicuro radicamento di tutti nel livello più elevato del tessuto criminale dell’hinterland». Di qui, l’urgenza di arrivare agli arresti e di recidere i legami dei criminali col territorio.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie