Meteo
 


Sport

La Juventus si gode CR700 ma ha molte spine da risolvere

juventus

Ronaldo diventa CR700, la Juventus applaude e intanto ieri ha ripreso a lavorare in vista del match casalingo di sabato contro il Bologna. Non manca tuttavia qualche spina, nel meraviglioso mondo bianconero. Sono in sostanza sei le situazioni da monitorare: Rabiot, per esempio, morde il freno per avere una chance vera. Come lui, anche Emre Can, furibondo per l’esclusione dalla lista Champions. E poi c’è Demiral, che in nazionale si è sentito libero di manifestare il proprio consenso al governo turco e alle sue operazioni militari, senza che la Juve sentisse il bisogno di dire alcunché: doppio autogol, insomma. Ci sono quindi il sempre ‘rotto’ Ramsey e un De Ligt che ha ammesso di non essere ancora del tutto a proprio agio. Infine, Mandzukic e Rugani: il primo aspetta gennaio per volare allo United, il secondo chissà.

Di contro, appunto, Ronaldo: 700 reti (in 973 match ufficiali), sesto marcatore più prolifico della storia del calcio e il primo in attività. Davanti a lui, solo Josef Bican (805), Romario (772), Pelè (767), Puskas (746) e Gerd Muller (735).

Domenico Latagliata

Articoli Correlati
Sport