Salute

Contro i tumori la guerra comincia nel nostro piatto

Tumori

SALUTE. Si “nutre” di buoni propositi il nuovo anno appena iniziato. E fra questi un ruolo centrale nella salute a 360 gradi ce l’ha proprio la tavola che rappresenta un vero e proprio strumento di benessere. Non solo per stare in forma (e tornarci, soprattutto dopo le esagerazioni delle feste) ma anche nella prevenzione delle malattie. Come quelle oncologiche. Secondo l’American Institute for Cancer Research, tre tumori su dieci si possono prevenire con una sana alimentazione. Che naturalmente deve essere accompagnata da un costante esercizio fisico e  da uno stille di vita sano in ogni aspetto della quotidianità, ma rimane comunque il pilastro fondamentale. Per questo è importante approfondire l’argomento e imparare a leggere in maniera attenta e consapevole le etichette alimentari. È uno degli obiettivi dell’Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro che per il 2017 punta proprio a sottolineare questi aspetti che molto spesso vengono dimenticati o sottovalutati. Lo fa con una guida speciale che verrà distribuita insieme alle Arance salute a fine gennaio. È realizzata con preziose informazioni per la selezione dei cibi da prediligere e appunto per la lettura dei loro identikit. Come si legge nell’opuscolo vanno sempre considerati con attenzione il contenuto, la provenienza, le informazioni nutrizioni presenti sull’etichetta prima di scegliere un determinato prodotto da mettere nel carrello della spesa. Per poi trasformarlo in una potente arma di difesa e di prevenzione. Per seguire una dieta anti cancro è consigliabile scegliere cibi con un basso apporto calorico, pochi zuccheri (che fanno crescere il rischio di sviluppare il tumore al seno e anche metastasi polmonari) compreso il fruttosio che può favorire la sindrome metabolica. Si alle etichette che indicano la presenza di fibre (che proteggono dal cancro del colon retto), di proteine e grassi buoni.

Arance della salute
Sabato 28 gennaio tornano le “Arance della Salute”, il primo appuntamento del  2017 con cui l’Airc punta a raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro di  migliaia di ricercatori. L’obiettivo principale è promuovere l’importanza dei corretti stili di vita per prevenire il rischio di cancro.  Con una donazione di 9 euro sarà possibile ricevere, da uno dei 15 mila volontari che saranno in 2.700 piazze di tutta l'Italia, da nord a sud, una confezione da 2,5 chili di arance rosse italiane. Per informazioni: www.airc.it.

Luisa Mosello

Articoli Correlati
Salute