Supertecnici o politici? Il toto-ministri entra nel vivo

  • la crisi di governo

Chi entrerà nel Governo Conte? Difficile dirlo, anche se il toto-ministri impazza. I dem dovrebbero essere due: in questo caso uno andrebbe ad Orlando, l’altro a Franceschini. In questo schema Guerini potrebbe ricoprire il ruolo di vice segretario dem oppure essere indicato – qualora si dovesse riaprire la partita nelle prossime settimane – all’autorità delegata ai Servizi.

Per Forza Italia si parla di Tajani al ministero degli Affari Europei (con Amendola che verrebbe candidato a Napoli), qualora ci dovesse essere un secondo nome si giocherebbe il derby tra i due capigruppo, Gelmini e Bernini.

Per la Lega si parla del dicastero dell’Agricoltura e di quello degli Affari regionali. Tra i nomi quelli di Molinari e Giorgetti (ma c’è anche l’ipotesi Bongiorno alla P.a). Per Italia viva Renzi punta sull’ex ministro Bellanova (l’alternativa è Rosato), per Leu il nome è quello di Speranza. Ma restano i dubbi, perché Draghi – sostiene un big dell’attuale maggioranza – potrebbe optare, appunto, per un esecutivo di discontinuità. Puntando su dei tecnici per i dicasteri chiave (i nomi che girano sono sempre gli stessi, tra questi Franco, Cartabia, Riechlin, Bianchi, Ruffini e Belloni). La partita è aperta.

Articoli Correlati
la crisi di governo

Draghi al Quirinalecon la lista dei ministri

Il Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi è giunto al Quirinale
la crisi di governo

Draghi al Quirinalealle 19 da Mattarella

Mario Draghi al Quirinale alle 19 dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
la crisi di governo

Per il Governo Draghiil giorno della squadra

Il premier incaricato lavora in assoluto silenzio. Via libera dalla consultazione online del M5S