renzi
6:01 pm, 7 Agosto 22 calendario

Terzo Polo, Renzi: “Opportunità straordinaria, ora Politica con P maiuscola”

Di: Redazione Metronews
condividi

Renzi rilancia il Terzo Polo nel giorno in cui Carlo Calenda abbandona la coalizione con il Pd di Enrico Letta. E incassa l’ok della Lista Civica Nazionale di Federico Pizzarotti.

“Tra tante difficoltà, internazionali e domestiche, ora è il momento della Politica con la P maiuscola. Abbiamo una opportunità straordinaria“, scrive su Twitter il leader di Italia Viva Matteo Renzi, rilanciando l’hashtag #TerzoPolo.

Calenda

Renzi,  Calenda e il Terzo Polo

“Renzi non l’ho sentito, penso che ci parlerò, ma chiederò un passo di idealità molto forte”, ha detto poche ore fa il leader di Azione Carlo Calenda a Mezz’ora in più su Rai3. “Non ho ricevuto nessun segnale da Renzi, da Italia viva negli ultimi due giorni ho ricevuto una quantità di contumelie mai ricevute prima. Comunque, da domani, costruiremo liste molto forti, e diremo agli italiani: per la prima volta potete votare per e non contro”.

Pizzarotti

Pizzarotti: “Siamo con Renzi e con chi crede a progetto riformista”

“Dopo molti giorni di balletti indecorosi, con la Lista Civica Nazionale abbiamo deciso di stare con chi a queste danze non ha partecipato. Saremo con Matteo Renzi e con chi crede nel nostro progetto civico e riformista“. Lo scrive su Twitter l’ex sindaco di Parma Federico Pizzarotti.

Pizzarotti è tornato in pista con Lista civica nazionale, un movimento che impegna sindaci, amministratori locali, associazioni e promotori di progetti del territorio. L’ex primo cittadino grillino è ormai da settimane nella capitale, impegnato in incontri, confronti e faccia a faccia. Nei giorni scorsi con una nota Lista Civica ha reso noto di aver rifiutato la proposta del Pd di confluire in un’unica lista con quella promossa da Luigi Di Maio e Bruno Tabacci. Una condizione che il movimento di Pizzarotti bolla come “irricevibile”. Non solo. L’intesa tra Renzi e l’ex sindaco parmense negli incontri avuti in questi giorni sarebbe stata immediata, dunque l’ipotesi di stringere un patto era già sul tavolo. I ragionamenti che si fanno, anche sondaggi alla mano, è quella di riuscire a superare la fatidica soglia del 5%.

7 Agosto 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA