Vandalismo
3:30 pm, 22 Dicembre 15 calendario

Sfregia colonna Palatina Studente condannato

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA «Ho visto che c’erano anche altri nomi, volevo mettere il mio. Credevo che non fosse vietato». È la giustificazione addotta da turco Aziz Multu, studente Erasmus fuori corso, arrestato domenica dopo aver inciso il suo nome con una moneta da 10 centesimi su una colonna Palatina e condannato lunedì per direttissima dopo una notte passata al fresco.
Il 40enne  è stato condannato al pagamento di un’ammenda di 200 euro per danneggiamento aggravato e a provvedere alle spese di restauro, quantificate in 2 mila euro, cifra necessaria per ripristinare la colonna risalente al II secolo dopo Cristo.
Ma lo studente non è il primo caso di vandalo finito al fresco  a Roma: prima di lui, era toccato a un russo 42enne passare una notte dietro le sbarre per aver inciso con una pietra una lettera “K” sul Colosseo. In quel caso, la condanna fu a quattro mesi di prigione. METRO

22 Dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA