Spettacoli

Il FolkClub riparte con Peppe Servillo

Torino/Musica

TORINO È un punto di riferimento per la musica di qualità. Una formula, quella del FolkClub, che ha saputo rinnovarsi nel tempo attirando un pubblico trasversale e curioso. L'edizione numero 32 proporrà la consueta ampia messe di concerti, ben 34 (da qui al 13 maggio 2020), sempre tenendo fede al motto “la musica non ha confini”. 

Si comincia il 26 settembre col live di Peppe Servillo con il progetto “Italian Portraits Orchestra” per la rassegna RadioLondra: una sorta di tributo alla canzone d’autore italiana guidata dall'istrionico leader degli Avion Travel col supporto di quattro strumentisti doc.
 

A seguire, il 5 ottobre, Eugenio Bennato coi suoi classici folk rivisitati.

Torna anche la rassegna “Buscadero Nights”, dedicata ai cantautori americani, che dal 25 ottobre ospiterà Eric Andersen con la violinista di Dylan Scarlett Rivera, Thom Chacon, James Maddock, Bocephus King e Ian Noe

L'eclettico cast spazierà poi dall'accoppiata Ilaria Graziano e Francesco Forni ai marchigiani The Gang, dalla cantante portoghese Lula Pena al jazzista Eric Mingus, talentuoso figlio di Charles.

In più, il chitarrista genovese Beppe Gambetta, la voce berbera di Iness Mezel, il jazzista Paolo Fresu con Uri Caine, la leggenda dell'Hammond Brian Auger, gli assi del jazz nostrano Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi e il sassofonista partenopeo Daniele Sepe con un omaggio a Gato Barbieri. Info: www.folkclub.it

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati
Foto Luca Brunetti
Spettacoli