Spettacoli

Anna Calvi diventa cacciatrice e preda

Torino/Musica

TORINO L'hanno paragonata a icone come Patti Smith e PJ Harvey, per il suo carisma e la grande carica live. C'è grande attesa per il ritorno di Anna Calvi, domani all'Hiroshima (ore 21, euro 23). La cantante inglese di origini italiane (per parte di padre) debutta nel 2011 con un album che raccoglie le lodi della critica e di illustri colleghi come Brian Eno e Nick Cave. 

A seguire altri lavori come “One Breath” e “Strange Weather”, che ne confermano le qualità. Quelle di Anna sono canzoni dallo spirito dark, suggestive e inquiete: sul palco, poi, da timida e silenziosa ragazza, si trasforma in rocker sensuale e aggressiva, con una voce passionale e un look androgino di grande fascino.

Per l'occasione presenterà il suo nuovo cd, “Hunter”, disco che esplora la sessualità e la caduta delle leggi sul conformismo di genere. 

«Lo scopo di quest’album – spiega  - è quello di essere primordiale e bellissimo, femminile e mascolino, vulnerabile e forte, essere il cacciatore, ma anche la preda». 

Musica al femminile anche per oggi, ore 18, alla Feltrinelli Express di Stazione Porta Nuova, dove si terrà un firmacopie con Emma. La cantante salentina presenterà “Essere qui – Boom Edition”, repack dell'album uscito mesi fa con l'aggiunta di quattro inediti, tra cui l'ultimo singolo “Mondiale” e, nella versione deluxe, di un magazine con otto racconti e tante fotografie.

In serata al Blah Blah abbuffata di garage-rock coi giovani newyorchesi Beechwood

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati
Spettacoli