Spettacoli

La Cappella della Sindone riapre tra arte e note

Torino/Mostre

TORINO Un tragico incendio la devastò l’11 aprile 1997. Oggi, dopo un lungo e difficile restauro durato 21 anni, la Cappella della Sindone riapre. Sono stati organizzati alcuni eventi per festeggiare la riapertura di questa architettura barocca di Guarino Guarini in cui, un tempo, veniva custodita la cassa contenente la Sindone, oggi in Duomo.

Una scenografica illuminazione della cupola farà tenere, stasera alle 20.30, lo sguardo all’insù.

A precederla, alle 14,30, l’inaugurazione al Museo della Sindone dell’esposizione straordinaria delle sei lastre originali della prima produzione fotografica della Sindone a 120 anni dalla prima fotografia scattata da Secondo Pia.

Dopodomani invece in Cattedrale, alle 21, verrà allestito uno spettacolo musicale con un’orchestra, quattro cori, solisti e strumentisti per un totale di oltre 140 elementi.

Palazzo Madama ospiterà, da domani al 21 gennaio, la mostra “La Sindone e la sua immagine” che ripercorrerà la storia della Sindone e le diverse funzioni delle immagini che l’hanno riprodotta nel corso di cinque secoli come l’affresco del 1650 “La Vergine, Il beato Amedeo di Savoia e San Giovanni Battista sorreggono la Sindone” di Giovanni Grattapaglia e il dipinto “Sindone presentata da Angeli” di Antonino Parentani. 

A chiudere, domani e dopodomani, un convegno internazionale all’Auditorium Vivaldi della Biblioteca Nazionale che farà il punto sulla storia di questo monumento (Info: museireali.beniculturali.it).

ANTONIO GARBISA

 

Spettacoli