Sport

Finalmente palla al centro inizia il Mondiale

Russia 2018

CALCIO Insomma ci siamo: parte il mondiale. C'è chi dice che la Germania lo vincerà di nuovo (sarebbe il secondo mondiale di fila come solo ad Italia e Brasile è riuscito) c'è chi dice che alla fine lo vincerà sua maestà Leo Messi. E se fosse la rivincita del Brasile? O il colpo di coda della Spagna, che si presenta con una generazione al tramonto? E se vincesse l'outsider Francia?  Vedremo. Quel che è ceerto è che si parte oggi alle 17, a Mosca, con Russia Arabia Saudita. Tutti sul divano quindi. 

Le partite degli otto gironi in cui sono suddivise le 32 squadre si giocheranno in 11 città e 12 stadi, di cui sette nuovi di zecca, costati 5,3 miliardi. Tra quelli non costruiti ex novo ci sono lo stadio di San Pietroburgo (l’ipertecnologico impianto finito di ristrutturare nel 2017) e il Fisht Olympic Stadium di Sochi, costruito per i Giochi invernali del 2014. Mosca è il cuore pulsante della manifestazione con due impianti: lo Spartak Stadium e il Luzhniki (80mila posti), dove si terranno la partita inaugurale e la finalissima. Tra venerdì 15 e sabato 16 esordiranno le squadre più attese come la Francia, la Spagna. Il Brasile scende in campo domenica 17 contro la Svizzera, così come la Germania, che sfida il Messico. La fase a eliminazione diretta parte il 30 giugno con gli ottavi di finale, fino al 3 luglio. Tra il 6 e il 7 luglio i quarti di finale, poi le quattro nazionali rimaste si sfideranno nelle semifinali il 10 e l’11 luglio. La finalissima il 15 luglio.
 

Articoli Correlati
Sport