Spettacoli

Simple Minds, tra hit e rivisitazioni dal nuovo album

Simple Minds/Paul Cox

ROMA Una delle band di punta della scena rock degli ultimi 40 anni domenica alle 21 sul palco dell’Auditorium di via della Conciliazione. Nella Capitale fa tappa il tour dei Simple Minds, gruppo nato a Glasgow nella seconda metà degli Anni ‘70 grazie all’incontro fra il cantante Jim Kerr e il chitarrista Charlie Burchill. È fra il 1982 e il 1984, dopo il discreto successo delle prime incisioni, che la fama della band cresce a dismisura, con la pubblicazione di New Gold Dream e Sparkle in the Rain, album che vengono considerati da critica e pubblico fra i più rappresentativi della nascente new wave. Sparkle in the Rain comprende Don’t you (forget about me), ancora oggi una delle hit del gruppo, che nel corso della sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi.
I Simple Minds arrivano nella Capitale con il loro progetto acustico, per un tour incentrato sull’album Simple Minds Acoustic, uscito l’11 novembre. Nel disco, senza perdere la sua essenza e la sua anima rock la band rilegge tutti i classici della propria carriera, re-immaginandoli con una nuova veste frutto dell’eclettismo che da sempre li contraddistingue. Ad aprire le date del tour italiano (prossime 26 aprile Teatro Verdi di Firenze, 27 aprile Teatro Arcimboldi di Milano) sarà la cantautrice scozzese KT Tunstall.

STEFANO MILIONI

Spettacoli