Erdogan: "Draghi? Dichiarazioni indecenti"

  • sofagate

"Le dichiarazioni del primo ministro italiano, che ha definito il presidente turco dittatore, sono di una totale indecenza e maleducazione": lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa turca Anadolu. Erdogan è intervenuto sullo "scontro" nel corso di un incontro con alcuni giovani in una biblioteca di Ankara. 

"Non è stato neanche eletto e danneggia le relazioni tra Turchia e Italia", ha aggiunto Erdogan. "L'uscita del presidente del consiglio Italiano denota una totale mancanza di equilibrio e assoluta impertinenza. Le sue parole hanno colpito come un’ascia le relazioni tra Italia e Turchia, che erano giunte a un livello assai buono fino a quando il signor Draghi non ha parlato in questo modo. Lui è stato nominato, non è stato neanche eletto. Prima di parlare di Erdogan in questi termini tenga bene a mente la propria storia", ha detto il presidente turco.

"La considerazione da fare è che con questi dittatori di cui però si ha bisogno di collaborare, o meglio di cooperare, uno deve essere franco nell’esprimere la differenza di vedute", aveva detto Mario Draghi in conferenza stampa dopo il "Sofagate" ad Ankara che aveva coinvolto la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen.

Articoli Correlati

Von der Leyen a Michel"Mai più un caso Ankara"

Ue, Ursula von der Leyen incontra il presidente Michel dopo il caso "Sofagate" ad Ankara