CALCIO
4:51 pm, 14 Dicembre 22 calendario

Berlusconi, “Se vincete mando un pullman di troie”: il video

Di: Redazione Metronews
condividi

 

Berlusconi nella bufera per una frase sessista. Hanno fatto discutere le parole pronunciate dal leader di Forza Italia durante la cena di gala del Monza calcio, sua ultima creatura calcistica, ieri sera. «Abbiamo trovato un nuovo allenatore che era l’allenatore della nostra squadra primavera: bravo, simpatico, gentile e capace di stimolare i nostri ragazzi», ha esordito il Cavaliere, prendendo parola durante la festa natalizia. «Io ci ho messo una stimolazione in più, perchè ai ragazzi ho detto adesso avete il Milan, la Juventus, eccetera, e se vincete con una di queste grandi squadre vi faccio arrivare nello spogliatoio un pullman di troie», ha poi aggiunto, tra le risate generali del pubblico che lo ascoltava.

Berlusconi, pioggia di critiche

«Che schifezza. E che tristezza», ha commentato il leader di Azione Carlo Calenda, una volta che il video è diventato virale. Indignata anche la senatrice di Italia viva, Daniela Sbrollini: «Da Berlusconi arriva sempre il solito linguaggio misogino: una battuta di cattivo gusto che lascia senza parole».

«I concetti miseri, ma soprattutto pericolosi, dietro a questa frase di Silvio Berlusconi sono talmente tanti che è difficile anche commentarli. Ora, Berlusconi lo conosciamo, qualcuno dirà che non c’è nulla di nuovo. Peccato però che lui e il suo partito facciano parte della maggioranza di governo e quindi chiedo a Giorgia Meloni cosa ne pensi lei, la prima donna presidente del Consiglio, di questa rivoltante volgarità», chiede invece la deputata M5s Chiara Appendino.

«Tacciamo e facciamo passare questo messaggio alle nostre figlie, Giorgia? E’ ammissibile che le donne siano considerate oggetti sessuali, premi da consegnare come fosse merce acquistata al mercato? Auspico che la Presidente Meloni e tutte le donne e gli uomini di Forza Italia e che compongono questa maggioranza di governo prendano le distanze e condannino queste ignobili parole pronunciate come se nulla fosse, di fronte a centinaia di persone», aggiunge.

Per l’ex presidente della Camera Laura Boldrini si tratta di «parole indegne, ancora più ignobili se a proferirle è un senatore della Repubblica e leader di un partito. Becero sessismo usato come goliardia». «Ricordo che Meloni, Salvini e Tajani volevano Berlusconi presidente della Repubblica», conclude la deputata dem.

«Senatore, ex presidente del Consiglio e per mesi il candidato presidente della Repubblica di Meloni, Salvini e soci. Una vergogna per tutte le italiane e gli italiani. Non possiamo abituarci a questa misoginia e questa volgarità», commenta, invece, Marco Grimaldi, vice capogruppo Alleanza Verdi e sinistra alla Camera.

14 Dicembre 2022 ( modificato il 16 Dicembre 2022 | 16:37 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA