il caso m5S
7:12 pm, 30 Giugno 22 calendario

Caso M5S, Draghi: “Riscontri oggettivi? Vediamoli, li aspetto”

Di: Redazione Metronews
condividi

Rimuovere Conte dal M5S? “Non ho mai fatto queste dichiarazioni. Mi dicono che ci sono riscontri oggettivi: vediamoli, li aspetto”. Lo ha rimarcato in conferenza stampa il presidente del Consiglio, Mario Draghi, sulla polemica innescata dalle dichiarazioni del sociologo Domenico De Masi. «Grillo non l’ho sentito. Queste cose non sono vere», afferma il presidente del Consiglio.

Draghi e le “questioni interne” al M5S

“Non ho mai neanche pensato di entrare nelle questioni interne di un partito – ha poi detto Draghi –  Credo che anche Grillo abbia smentito ieri sera. Lavoro come tutti i membri del governo per l’interesse degli italiani, non capisco perché mi si voglia tirare dentro questa faccenda, che mi è estranea“. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa, interpellato sulla polemica innescata dalle dichiarazioni del sociologo Domenico De Masi.

In una settimana così densa di risultati per il governo, la comunicazione si è concentrata su qualcosa di nazionale, di politico – chiamiamolo così – ma non che ha profondamente l’interesse degli italiani. Questa sproporzione fra le due cose ho notato”. “Più che rammaricato – aggiunge – dico che è una settimana in cui tutto sommato ci sono stati tanti successi del governo su questioni molto importanti a livello nazionale e internazionale” con “la posizione dell’Italia che è stata apprezzatissima al Consiglio europeo, al vertice Nato, al G7”.

La maggioranza

“I risultati importanti dell’azione di governo sono il merito di questa maggioranza, di saper prendere decisioni con generosità e interesse dell’Italia come bussola. Abbiamo davanti molte sfide: la guerra, il Pnrr, i rincari, la siccità. Sono convinto che potremo superare queste sfide se sapremo mostrare la stessa convinzione mostrata in questi mesi di governo”.

“Ultimo governo fino a fine legislatura? Sì”

Appoggio esterno del M5S? “Il governo è nato con il M5S, non si accontenta di un appoggio esterno – ha detto Draghi – Il governo valuta il contributo dato dal M5S troppo importante per accontentarsi di un appoggio esterno”.

M5S e Lega staccheranno la spina al governo? “Non lo so, bisogna chiedere a loro, ma finora non lo hanno fatto”.

Un rimpasto? “Nessuno lo ha chiesto, anzi nei colloqui tra i vari rappresentanti hanno escluso tutti questa esigenza”.

Questo è l’ultimo governo da qui alla fine della legislatura in cui è premier? “Sì”. E a chiudere: “Non sono disposto a guidare un governo con un’altra maggioranza”.

30 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA