vaticano
3:43 pm, 8 Giugno 22 calendario

Più forti le voci su possibili dimissioni di Papa Francesco

Di: Redazione Metronews
condividi

Si moltiplicano le voci su possibili dimissioni di Papa Francesco. «Il suo pontificato è alla fine?» A porre la domanda è un lungo articolo del Washington Post. Nella Chiesa e negli ambienti a questa più vicini – scrivono da Città del Vaticano Chico Harlan e Stefano Pitrelli – oggi l’interrogativo di possibili dimissioni del Santo Padre a causa dei suoi crescenti problemi di salute circola con insistenza. «E se la dipendenza del Papa dalla sedia a rotelle è un fattore fondamentale di queste speculazioni, sono state amplificate dalla sua decisione di convocare un concistoro per il 27 agosto e insediare 21 nuovi cardinali, di cui 16 sotto gli 80 anni, che avrebbero diritto al voto in un conclave. Quell’enorme afflusso significa che Francesco avrà selezionato più del 60% delle figure che sceglieranno il suo sostituto, aumentando le probabilità di un successore che la pensa allo stesso modo, anche se è difficile garantirlo. Per alcuni osservatori vaticani, è un segno che Francesco sente l’urgenza di preparare la chiesa per la sua partenza», afferma il giornale. Certo si andrebbe ad aggravare la situazione inedita che già vede la presenza di un secondo Papa “emerito”, Joseph Ratzinger.

Possibili dimissioni per problemi di salute

Intanto nell’udienza di oggi, Papa Francesco è tornato a parlare proprio della vecchiaia. «La tecnica si lascia attrarre» dal mito dell’eterna giovinezza «in tutti i modi: in attesa di sconfiggere la morte, possiamo tenere in vita il corpo con la medicina e la cosmesi, che rallentano, nascondono, rimuovono la vecchiaia. Naturalmente, una cosa è il benessere, altra cosa è l’alimentazione del mito. Non si può negare, però, che la confusione tra i due aspetti ci sta creando una certa confusione mentale. Il vecchio cammina in avanti, verso la destinazione, verso il cielo di Dio. La vecchiaia perciò è un tempo speciale per sciogliere il futuro dall’illusione tecnocratica di una sopravvivenza biologica e robotica, ma soprattutto perchè apre alla tenerezza del grembo creatore e generatore di Dio». Il Pontefice ha citato le parole di «una saggia attrice italiana, Anna Magnani, che diceva “non toccare le rughe, ci ho messo tanti anni ad averle”. Le rughe sono simbolo di esperienza, della vita. Di una maturità». Toglierle rende «giovani di faccia, ma quello che interessa è il cuore, la personalità, che ha la giovinezza del vino buono che migliora invecchiando», ha concluso Papa Francesco.

8 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA