Meteo
 


Fatti&Storie

Contratti di telefonia non possono essere estesi dalle aziende

telefonia

Stop al presunto diritto delle compagnie telefoniche di cambiare liberamente i contratti. Sanzioni Agcom per oltre 2 milioni di euro complessivi a Tim, Vodafone e Wind Tre per aver introdotto su contratti prepagati modalità onerosa di prosecuzione del servizio in caso di credito esaurito. Se l’utente di un contratto prepagato esaurisce il proprio credito e non effettua una ricarica utile al rinnovo dell’offerta - spiega l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - gli operatori non bloccano più il traffico in uscita ma lo rendono disponibile pur in assenza di una volontà espressa dall’utente, addebitando un costo aggiuntivo ai clienti. Questa modifica contrattuale è stata ritenuta dal Consiglio dell’Autorità in contrasto con la normativa di settore.

Articoli Correlati
Fatti&Storie