Meteo
 


Fatti&Storie

Turismo, scoppia lite tra albergatori e Comune

TORINO

TORINO È guerra sui turisti arrivati all’ombra della Mole ad agosto. Federalberghi denuncia un calo del 5%, stando all'occupazione delle camere d’albergo e lancia l’allarme cercando la causa nell’assenza di grandi eventi, «ma soprattutto la mancanza di una programmazione di lungo periodo che consenta agli operatori alberghieri di strutturare un'offerta accattivante», come denuncia il presidente Fabio Borio. Di idea diversa il Comune che parla di un trend del tutto contrario. «I dati ufficiali della Questura sugli arrivi e comprensivi anche degli Airbnb, evidenziano al contrario un aumento, ad agosto, del 5,19%. È possibile che i turisti abbiano privilegiato altri tipi di ospitalità, garantendo comunque positive ricadute economiche sul territorio», commenta l’assessore al Turismo Alberto Sacco, ricordando gli eventi per l’anniversario di Leonardo Da Vinci. Endorsement dalla sindaca Chiara Appendino: «Torino con la sua offerta non smette di attrarre turisti da tutto il mondo». Federalberghi però già pensa al prossimo anno: «Non conosciamo il calendario eventi 2020 che ci era stato promesso per luglio né tanto meno sappiamo che cosa la Città pensa di organizzare per Natale e Capodanno. Il rischio - dice Borio - ancora una volta, è di bruciare importanti occasioni di promozione».

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie