Meteo
 


Green

Costruire? Eni lo fa utilizzando i funghi

salone del mobile

Il materiale da costruzione che non ti aspetti? Funghi.  Sì, proprio i funghi, la cui radice fibrosa (il micelio) può essere impiegata per creare una serie di strutture architettoniche. Anche giganti. Per toccare con mano basterà andare all'Orto Botanico di Brera, nell’ambito del Fuorisalone. Lì, con l’installazione diffusa “The Circular Garden”, lo studio di design Carlo Ratti Associati, assieme a Eni, esplora nuove visioni per l'economia circolare con un progetto che si ispira al simbolismo dei giardini recintati del Medioevo, realizzando un'architettura naturale in modo del tutto sostenibile. Un'architettura che si sviluppa in modo organico, con la stessa intelligenza pre-programmata degli esseri viventi. Poi, alla fine dell'installazione, le strutture  saranno smantellate e restituite alla terra, dando inizio a un nuovo ciclo virtuoso. Diventando fertilizzante.

Come si fa. I funghi possono essere utilizzati come materiale da costruzione economico, veloce e del tutto riciclabile. Per creare strutture fatte di micelio (per questa ci si è affidati anche  ad alcuni dei maggiori esperti europei nel campo della micologia e delle sue applicazioni) si inizia identificando un substrato organico (segatura, canapa o fieno) come sostanza nutritiva. Il substrato inoculato dal fungo viene quindi posizionato in uno stampo. A questo punto il micelio si espande e  riempie lo spazio e  diventa resistente. Ad alta temperatura i funghi vengono quindi disidratati, lasciando una struttura per costituire la forma desiderata. Tempistiche? Per riempire uno stampo di un metro cubo di micelio occorre un mese e mezzo: 3 settimane di crescita e 3 di disidratazione. E la struttura è fatta.

La strategia Eni per l'economia circolare. Accompagnare i visitatori in un percorso che mostri le innovazioni di Eni nell’economia circolare è l’obiettivo dell’installazione “The Circular Garden”, all’Orto Botanico di Brera. Un tema sul quale l’impegno strategico è forte e che si inserisce nel contesto di “Human Spaces”: concept riferito a progetti di luoghi, ambienti, territori e contesti che collocano al centro il benessere della persona.  I visitatori approfondiranno in modalità  interattive contenuti legati alla strategia Eni per l’economia circolare,  come ad esempio  tecnologie per trasformare rifiuti in biocarburanti a favore di una mobilità più sostenibile e la riconversione di aree dismesse. Presso l'installazione sarà inoltre possibile scoprire di più sui servizi di efficienza energetica per abitazioni di Eni gas e luce.  L’economia circolare è uno dei temi fondamentali per il futuro  e impone profondi ripensamenti nel modo in cui vengono utilizzati i prodotti e accumulati i rifiuti. Il passaggio da un’economia lineare a una circolare è un cambio culturale che coinvolge tutti: istituzioni, imprese, cittadini.

Green