Spettacoli

"Festeggiamo le donne con la nostra ironia"

Rai Radio2

MILANO Ci siamo. Anche quest’anno è arrivata la Festa della Donna, quel giorno in cui ci si scambia mimose e si organizzano serate “al femminile”. Quella giornata in cui anche i palinsesti di tv e radio si modificano. Rai Radio2 ha scelto un trio formato da Sergio Assisi, Federica Cifola e Paola Minaccioni da “inviare” nelle trasmissioni dalle 7 alle 21. Pillole da un minuto e mezzo per divertire, destabilizzare e far riflettere.

Il gran finale sarà affidato, dalle 21, a un evento di musica presentato da Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini con duetti inediti ai quali parteciperanno, fra gli altri, anche  Fiorella Mannoia, Paola Turci, Emma, Giuliano Sangiorgi, Luca Barbarossa, Nicky Nicolai e Stefano Di Battista.

Cominciamo dal principio.
Dalle strisce di Federica Cifoli e di Paola Minaccioni intitolate “#Siamocosì”.

Signore, siete così: come?
Paola Minaccioni - «Siamo belle, forti, giovanissime sempre, siamo persone. Forse non sappiamo cosa sia una rondella ma poi sappiamo costruire perfettamente un armadio».
Federica Cifoli - «Un conto è come siamo, un altro è come ci vedono. Siamo nevrotiche, complicate multitasking, è vero. Siamo così, leggermente complicate, cantava qualcuno...

Quella canzone però l’aveva scritta un uomo, Enrico Ruggeri...
F.C. - «Pensando a una donna! Gli uomini sanno bene come siamo. Il problema è che non gliene importa molto». 
P.M. - «Si vede che in quel momento Ruggeri era un po’ donna».

Oggi sarete “spalmate” su tutto il palinsesto di Radio2. Da domani si ricomincia con stupratori, stalker, mariti abbandonati e fidanzati gelosi?
P.M. - «Oggi intanto festeggiamo, ma è ovvio che le cose devono cambiare radicalmente. Noi ci proviamo facendo le “donne pazze” e usando ciò che ci rende uniche, l’ironia».
F.C. - «Il Principe Azzurro esiste, il bacio del vero amore pure. Ma non ho mai sentito parlare dello schiaffo del Principe Azzurro, in nessun giorno dell’anno».

Si dice spesso che le donne siano molto più litigiose degli uomini. Voi quante volte avete litigato?
P.M. - «Mai, giuro. Anche se quando capita una stronza noi la affrontiamo mentre gli uomini si girano dall’altra parte. Però se troviamo un’amica, diventa subito santa». 
F.C. - «La realtà è che le donne sono molto più tolleranti degli uomini. Per noi tra il sì e il no c’è  anche il forse. Con Paola ci siamo sempre fatte da spalla l’un l’altra. La verità è che le vere prime donne sono gli uomini». 
P.M. - «Anche di fronte all’uomo migliore che si riesca ad incontrare bisogna ricordarsi sempre che è uomo, più di tanto non può fare... Mica potrà mai essere come il Principe Azzurro».

PATRIZIA PERTUSO

Spettacoli