Spettacoli

Al Festival di Cannes il concorso inizia oggi

Cinema/Cannes2018

CANNES Dopo la coppia killer Cruz-Bardem che in "Tutti lo sanno” di Asghar Farhadi ha riscosso tiepidi applausi, oggi il 71esimo Festival di Cannes dà il via alla gara. Tocca a “Leto”, diretto dal russo Kirill Serebrennikov, portare sul grande schermo la storia di Viktor Tsoi, leggenda del rock sovietico: un film che parla di musica e di giovani in rotta coi regimi comunisti. Mentre stava girando, lo stesso regista russo, finì in carcere per la sua spiccata posizione anti Putin.

L'altro film di oggi in concorso è “Yomeddine” dell’egiziano A. B. Shawki che racconta la storia di un malato di lebbra di religione copta e di un ragazzino orfano che attraversano il paese alla ricerca dei famigliari sopravvissuti.

Fuori concorso, invece, il documentario  “Dead souls” firmato dal cinese Wang Bing.

Un certain regard si apre con “Donbass” del regista ucraino Serghei Loznitsa e propone anche “Rafiki” del keniota Wanuri Kahiu.

Grande attesa per l'incontro con Martin Scorsese, arrivato ieri a Cannes sottobraccio alla presidente della Giuria Cate Blanchett, previsto nella sezione Quinzaine de Realizateurs e la proiezione di “Wildlife” di Paul Dano, interpretato da Carey Mulligan per la Semaine de la Critique.

Domani toccherà invece a “Plaire, aimer et courir vite” di Christophe Honoré che riporta nel suo film l’incontro tra uno scrittore parigino quarantenne in crisi e uno studente ventenne di provincia che sorride sempre.

Ancora domani sarà proiettato “Cold War” di Pawel Pawlikowski: è la storia dei genitori del regista polacco, due giovani nella Varsavia comunista degli Anni Sessanta, accompagnati dalla musica. Il film è stato girato in bianco e nero per rendere il grigiore della città e si preannuncia come uno dei preferiti.  Pawlikowski  ha già vinto l’Oscar come Miglior film straniero con “Ida”.

PATRIZIA PERTUSO

 

 

 

 

Articoli Correlati
Spettacoli