Fatti&Storie

Terrorismo: diecimila agenti sulla Capitale

ROMA SICUREZZA

ROMA Scatta da giovedì 29 marzo alle 19 il piano per la Pasqua messo a punto dal tavolo tecnico presieduto dal questore Guido Marino, aggiornato costantemente. Fino al due aprile ben 10 mila uomini e donne delle forze dell’ordine vigileranno su tutta la città, dal centro alla periferia.

Saranno sorvegliati i caselli autostradali, stazioni e aeroporti, e saranno costantemente monitorate anche le occupazioni abitative, dove trovano ospitalità cittadini stranieri in parte provenienti da Paesi considerati a rischio. Già da ieri la polizia ha avviato alcuni controlli in questa direzione: in via Vittorio Amedeo II gli agenti del commissariato Esquilino, diretto da Giuseppe Moschitta, hanno effettuato verifiche in un edificio occupato da 29 persone (11 italiani e 18 stranieri, tra i quali 7 minorenni), senza rilevare criticità.

Ma l’attenzione sarà massima in centro e in Vaticano, dove sono previsti sette eventi celebrati dal Pontefice in occasione della Settimana Santa. Resta confermata la green zone, dove oltre alla presenza degli agenti e dei reparti speciali di Polizia e Carabinieri, sarà allestito un fitto reticolo di telecamere, oltre cento. Nell’area del Colosseo, in occasione della Via Crucis, ci saranno sei varchi di prefiltraggio e tre varchi di filtraggio per il pubblico, tutti dotati di metal-detector.

Per gli eventi in piazza San Pietro, dalle 19 di sabato sarà possibile accedere a piedi entro il colonnato del Bernini solo dopo aver attraversato tre varchi dotati di metal detector.

PAOLO CHIRIATTI

Fatti&Storie