Fatti&Storie

La "margherita" di Cracco scatena un putiferio web

pizza da chef

La rivisitazione della margherita proposta dallo chef stellato Carlo Cracco nel suo locale in Galleria a Milano ha scatenato la rivolta dei puristi, in testa quelli napoletani. La nuova versione, che costa 16 euro, subito definita sul web “pizza craccata”, presenta un impasto con diversi cereali combinati alla farina (per renderla croccante e scura), una salsa di pomodoro più densa, quasi un ragù, pomodorini confit e mozzarella di bufala (al posto del fiordilatte) aggiunta a crudo. Infine nella versione di Cracco è prevista una spolverata di origano, fuori luogo secondo la ricetta originale tipica napoletana - proclamata di recente Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco - che vuole invece qualche fogliolina di basilico fresco. È bastata la diffusione di una foto della margherita “stellata” sul web per scatenare rabbia e ironie.

Fatti&Storie