Spettacoli

Lo Stato Sociale tra Amore lavoro e altri miti

LSS/IONONSONOPIPO

MUSICA «Un bel concerto da mitomani». Ci scherzano sopra, i ragazzi di Lo Stato Sociale, alla vigilia della loro prima volta in uno spazio prestigioso come il Mediolanum Forum. Ma, al di là di emozione e paura, resta la realtà del felice momento del gruppo bolognese, passato da fenomeno di nicchia a nome da grande pubblico. E di gente ce ne sarà domani nel palazzetto d’Assago, ormai vicino al tutto esaurito (restano pochi biglietti a partire da euro 17.25), per ascoltare le novità di “Amore, lavoro e altri miti da sfatare”, che riflette con ironia (e un mix di pop, dance, rock ed elettronica) sulla crisi di valori dei nostri tempi. «Il disco parla di noi e di quello che ci succede attorno – raccontano – Da quel che accade in un mondo messo alla prova da derive autoritarie e che poco si adattano al bisogno di umanità, all'interpretazione dell'intimità e delle relazioni, che sono specchio e sintesi dei nostri pensieri».
Altri appuntamenti: stasera al Fabrique arrivano i Deftones, sulla scena alternative metal dalla fine degli anni Ottanta, mentre al Serraglio si esibiranno Angela Baraldi e Paolo Benvegnù e al Live di Trezzo i Modena City Ramblers presentano “Mani come rami, ai piedi radici”.
Musica al femminile domani al Santeria Social Club con la cantautrice irlandese Lisa Hannigan, mentre domenica al Blue Note ci saranno due recital con Chiara per l’anteprima del nuovo tour, ospite Mauro Pagani. Esaurito lo spettacolo delle 21, restano biglietti per quello delle 23 (ore 35/40). Più sperimentale la proposta di Agon, che domenica presenta il concerto “Materials matter _ mix” con Roberto Dani.

 

DIEGO PERUGINI

Spettacoli