Fatti&Storie

Cancellati i voucher Arrivano gli assegni

Voucher

ROMA Il Consiglio dei ministri ha sul tavolo il decreto legge sull’abrogazione dei voucher. La loro totale eliminazione è stata decisa nella maggioranza (in realtà con alcuni contrari come Ap-Ncd) per evitare il referendum della Cgil. Ci sarà un periodo transitorio fino al 2018, e in molti pensano che poi si dovrà studiare un nuovo sistema per dotare di strumenti alternativi alle famiglie e per agevolare la semplificazione delle norme a vantaggio delle imprese, evitando il rischio di lavoro nero. 
Intanto sono partite le prime 30 mila lettere per gli assegni di ricollocazione ai disoccupati, un buono previsto dal Jobs Act per accedere a un percorso personalizzato di accompagnamento al lavoro con un tutor dedicato. L’assegno prevede una borsa da 1.000 a 5.000 euro per usufruire di servizi di assistenza presso un centro per l’impiego o una agenzia di lavoro accreditata. Intanto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha affermato che le misure di equità e di inclusione sociale sono «una priorità» per «rafforzare» la fiducia dei cittadini. Il ministro ha parlato alla presentazione del rapporto annuale della Guardia di finanza, dal quale sono emersi «sprechi« o «irregolari gestioni di fondi pubblici» che hanno procurato danni patrimoniali allo Stato per più di 5,3 miliardi di euro. Ssono stati individuati appalti pubblici irregolari per 3,4 miliardi di euro, con la denuncia di 1.866 soggetti di cui 140 tratti in arresto. Scoperti ottomila evasori fiscali totali. Infine sono 440.000 finora le domande di adesione alla rottamazione delle cartelle presentate a Equitalia.  

METRO

Fatti&Storie