Cinema
4:50 am, 30 Giugno 23 calendario

Online il trailer de Le mie ragazze di Carta

Di: Redazione Metronews
condividi

CINEMA Si intitola Le mie ragazze di carta il film diretto da Luca Lucini, dal 13 luglio al cinema. Il film, di cui è online il trailer, racconta, attraverso il codice universale della commedia, due momenti decisivi della vita di tre adolescenti: il passaggio dalla pubertà alla preadolescenza vissuto tra primi amori e partite di rugby e quello dal mondo della campagna al mondo della città.

Il cast de Le mie ragazze di carta

Nel cast Maya Sansa (Anna), Andrea Pennacchi (Primo), Alvise Marascalchi (Tiberio), Cristiano Caccamo, Raffaella Di Caprio, Alessandro Bressanello, Christian Mancin, Giuseppe Zeno, Marta Guerrini e con la partecipazione di Neri Marcorè (Don Marcello).

La storia raccontata nel film di Luca Lucini

Le mie ragazze di carta racconta, attraverso il codice universale della commedia, due momenti decisivi della vita di tre adolescenti: il passaggio dalla pubertà alla preadolescenza vissuto tra primi amori e partite di rugby e quello dal mondo della campagna al mondo della città.

Ambientato alla fine degli anni ’70, nel trevigiano, in un periodo in cui la rapida espansione delle città investe anche la famiglia Bottacin, composta da Primo, Anna e Tiberio. Per loro, e in particolare per il giovane Tiberio, il cambiamento dalla vita contadina a un contesto urbano sarà piuttosto tumultuoso.

Il racconto di un periodo storico di grandi trasformazioni sociali ed economiche, in cui anche le sale cinematografiche, luoghi tipici di fruizione comunitaria, dovettero ripiegare verso una programmazione a luci rosse per evitare il fallimento.

Luca Lucini e le ragazze di carta

«Questa è una sceneggiatura a cui sono particolarmente legato – racconta il regista Luca Lucini -, la prima storia che sento veramente “mia” da quando ho iniziato questa bellissima e stimolante esperienza nel cinema. Ormai più di 20 anni fa diressi il cortometraggio “Il sorriso di Diana” parte del progetto “Sei come sei”, un lungometraggio sperimentale distribuito dall’istituto Luce; quel cortometraggio era ideato e sceneggiato da un personaggio curioso, un cuoco di Treviso con una cultura molto vasta che aveva una passione per la scrittura, era la storia di un ragnetto che si innamorava di una donna, la metafora poetica e geniale di tutti gli amori impossibili».

«Cominciò tutto con un cortometraggio»

«Quel cortometraggio ha avuto grande successo, vincendo molti premi in tutto il mondo anche in festival molto importanti (fu presentato proprio a Berlino nel film “Sei come sei”) – prosegue Lucini -, ed è grazie a quel corto e alla sensibilità di Mauro Spinelli che di fatto oggi sono un regista di cinema. Qualche tempo dopo gli feci leggere una storia scritta da me, una storia vera del mio passato, la storia di un cinema davanti a casa nel quale ad un tratto non potevo più entrare, senza capire il perché. Mauro scrisse la sceneggiatura di quel breve racconto spostando la storia da Milano a Treviso e con l’inserimento dell’epopea della famiglia Bottacin dalla campagna alla “metropoli” divenne piena di significato e di poesia».

«Le mie ragazze di carta è più complesso di quanto possa sembrare»

«La sceneggiatura vinse il premio Solinas (Premio Benvenuti per la Commedia) nel 2007 – conclude Luca Lucini -. Ho sempre considerato questo film per me importantissimo, e per diverso tempo non mi sono sentito in grado di affrontare il progetto; sono contento di aver aspettato, di aver accumulato esperienza importante per poter gestire un film molto più complesso di quanto possa sembrare».

30 Giugno 2023 ( modificato il 29 Giugno 2023 | 15:47 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo
Articoli correlati
Cinema
Catrinel Marlon: «I manicomi oggi sono tra le mura domestiche»
L'ex modella e attrice debutta alla regia del film “Girasoli” dal 23 al cinema in cui affronta il tema dei reparti pediatrici nei manicomi. Nel cast, Gaia Girace, Mariarosaria Mingione e Monica Guerritore
Cinema
Cannes, Roberto Andò torna in Sicilia per “L’Abbaglio”
Presentato al Festival di Cannes il nuovo film diretto da Roberto Andò, che dopo il grande successo de “La Stranezza”, è tornato a girare in Sicilia per “L’Abbaglio”. Nel cast si ritrovano nuovamente insieme Toni Servillo, Salvo Ficarra e Valentino Picone,  protagonisti del film
Cinema
“Io sono un po’ matto e tu?”, sold out a Roma e Milano per il film di D’Ambrosi
Presentato in anteprima nazionale al Torino Film Festival, il film del fondatore del Teatro Patologico sarà proiettato stasera al cinema Adriano di Roma e domani al Gloria di Milano. Oltre al regista, parteciperanno anche diversi attori del cast
Cinema
Addio a Mark Damon, protagonista degli spaghetti western
L’attore statunitense che conquistò il successo a Cinecittà, protagonista di numerosi spaghetti western prima di dedicarsi alla distribuzione cinematografica all’estero e di produrre film come “9 settimane e mezzo”, “Orchidea selvaggia” e “La storia infinita”, è morto per cause naturali a Los Angeles all’età di 91 anni
Cinema
Chastain e Hathaway, due Oscar protagoniste di “Mother’s Instinct”
Da oggi in sala il film che vede il debutto alla regia di Benoît Delhomme, tratto dal libro Derrière la haine (Oltre la siepe) scritto da Barbara Abel e basato sul film Duelles (Doppio sospetto), diretto nel 2018 da Olivier Masset-Depasse