Senhit
6:50 am, 14 Aprile 21 calendario

Senhit: «Adrenalina per non arrendersi mai!»

Di: Redazione Metronews
condividi

MUSICA Senhit, (Zadik Zadik, classe 1979) tradizione eritrea e cultura italiana, è l’emblema della bellezza della mescolanza. Nel corpo e nell’anima. Lo dicono la sua voce e le sue canzoni che, come l’ultima, “Adrenalina”, non lascia indifferenti, ma colpisce dritto al cuore.
Partiamo dall’Eurovision Song Contest dove lei rappresenterà San Marino, con la sua “Adrenalina” (per la seconda volta, la prima fu nel 2011 con “Stand By”). Che effetto fa?
«Adrenalinico! Sono emozionata e grata a San Marino per avermi ricandidata. Sembra che “Adrenalina” sia tra le canzoni favorite, nella top ten dei bookmakers, questo un po’ mi spaventa ma mi dà anche la giusta carica per fare del mio meglio!».
“Adrenalina” vede il featuring col rapper Flo Rida.
«Gli abbiamo fatto sentire la canzone e gli è piaciuta tanto, quindi ha deciso di aggiungerci qualche barra. Il risultato ci ha entusiasmato e abbiamo capito che era la canzone perfetta per l’Eurovision! Spero che Flo sarà sul palco con me, non si può  confermare niente per l’emergenza sanitaria. Sono felice che anche lui in una recente intervista alla BBC abbia detto che sarebbe super orgoglioso di esserci».
Come nasce Senhit, la cantautrice bolognese?
«Sono sempre stata passionale e positiva e amante dell’arte. Cresciuta con due genitori severi ma di mentalità aperta, attenti all’importanza dell’espressione individuale. Ho trasformato la mia passione in lavoro. L’illuminazione è nata al karaoke di Fiorello e la mia consacrazione sono stati i musical e il teatro, coi quali ho girato il mondo. Il live mi ha sempre appassionato, e  ho deciso d’intraprendere una carriera da solista».
Con Luca Tommassini art director dei suoi progetti: un bel colpo!
«Luca l’ho voluto dal mio 1° video in lingua italiana “Dark Room” 2 anni fa. Mi ha accolto a casa sua e si è creata subito un’alchimia artistica. Da allora abbiamo partorito un mare di progetti, come  Freaky Trip To Rotterdam che in questi mesi mi ha fatto crescere artisticamente e conoscere  nel mondo. Luca è il mio direttore artistico all’Eurovision, per lui sarà la prima volta: siamo entusiasti e curiosi!»
Come vive la pandemia?
«Cerco di mantenermi adrenalinica! Di darmi da fare. Ho la fortuna di vivere a Bologna dove c’è anche mia mamma, mi godo gli affetti. Ho continuato a lavorare, soprattutto con Tommassini per il Freaky Trip To Rotterdam in cui ogni mese facciamo un omaggio a una canzone storica di Eurovision. Speriamo di volare presto a Rotterdam!».
Programmi prossimi?
«Stiamo preparando l’allestimento per Eurovision, a maggio uscirà l’XI capitolo del Freaky Trip To Rotterdam e, poi, vengo invitata in tante trasmissioni tv in tutta Europa per presentare il mio Adrenalina: sono in partenza per la Polonia dove duetterò sulle note di Waterloo con Rafal. Ssperiamo che l’Eurovision apra le danze e si torni a fare live!».
 
 
 
ORIETTA CICCHINELLI
 

14 Aprile 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA