Job

L'arte del cioccolato da Torino al resto del mondo

WWWORKERS

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro.

Una cioccolateria di famiglia nata a Torino, ma oggi conosciuta in tutto il mondo grazie anche alla scommessa sul digitale. Un’impresa che racconta come ci si possa reinventare nel segno della tradizione. Gli ingredienti di successo sono tutti nella qualità dei prodotti, nelle intuizioni geniali di fare qualcosa di diverso rispetto ai competitor, nel declinare il cioccolato con l’arte e il design. «Siamo profondamente legati alla tradizione del cioccolato piemontese e abbiamo fatto del tartufo di cioccolato il nostro baluardo e con innovative reinterpretazioni lo abbiamo reso simbolo del piacere nel mondo», racconta Valentina Arzilli, 42enne torinese, al lavoro nell’azienda di famiglia La perla di Torino. Valentina è figlia d’arte perché arriva da generazioni di pasticceri che dalla Toscana molti anni fa sono approdati in Piemonte. L’azienda nasce nel 1992, con il papà che ha virato sul cioccolato quando si è scoperto celiaco. «Non ci siamo concentrati sui gianduiotti, ma sui tartufi di cioccolato. Il mio percorso formativo si è specializzato sulle materie artistiche e poi su economia e internazionalizzazione», precisa Valentina. Oggi La perla di Torino conta 28 collaboratori dislocati nel punto vendita e nello stabilimento di produzione. «Tutti i prodotti vengono confezionati a mano e vendiamo il 50% della produzione all'estero, in Europa ma anche in America, Canada, Giappone, Australia», ricorda Valentina, che ha ricevuto il “QVC Next Award” come espressione dell’eccellenza creativa made in Italy nell’ambito del Premio GammaDonna 2020. Il canale e-commerce, attivo su Laperladitorino.it, è stato aperto già nel 2012. «Abbiamo fatto tanta strada insieme ad un team eccezionale. Credo nel valore delle persone, nulla sarebbe successo senza incontrare le persone giuste nel tuo cammino».

GIAMPAOLO COLLETTI
@gpcolletti
 

Articoli Correlati
Job