Spettacoli

Finocchiaro, un Teseo dei nostri giorni

Ho perso il filo Angela Finocchiaro

TORINO Una commedia, una danza, un gioco e una festa. È “Ho perso il filo”, spettacolo che vede in scena, stasera e domani, ore 21, al Teatro Colosseo, un’inedita Angela Finocchiaro alle prese con linguaggi espressivi mai affrontati prima. Qui la talentuosa attrice milanese è un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che, nei panni di un moderno Teseo, parte per un viaggio, si perde nel Labirinto, tentenna e combatte il suo spaventoso Minotauro, simbolo di paure e insicurezze.

Accompagnata da un gruppo di danzatori e acrobati, guidati dal coreografo di Hervé Houbi, uno dei più talentuosi coreografi sulla scena internazionale, La Finocchiaro regala al pubblico, affidando agli spettatori un gomitolo enorme da cui dipende la sua vita, uno spettacolo ricco di comicità, ironia ed emozioni. Sul palco si vive del rapporto tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica, primitiva e arcaica delle Creature del Labirinto che agiscono, danzano, lottano con l’attrice provocandola come una gang di ragazzi di strada imprevedibili, spietati e seducenti. D’altronde, il Labirinto è un simbolo antico di nascita, morte e rinascita. Dopo aver toccato il fondo, Angela Finocchiaro riesce a ritrovare il filo e con esso la forza per affrontare il Minotauro in un finale che si trasforma in una festa collettiva liberatoria (teatrocolosseo.it).

 

ANTONIO GARBISA

Spettacoli