Opinioni

Hawking, la scienza e la (tanta) ignoranza

Maurizio Guandalini

C’è la scienza. Di Stephen Hawking. Morto a 76 anni di sla.  Chi ha una inesauribile voglia di vivere avverte l’umanità di fronte a pericoli che possono generare  morte. Mi sono imbattuto nell’astrofisico mentre curavo il mio ultimo libro sul green.  Dopo le decisioni di Trump sull’ambiente, Hawking sosteneva che siamo vicini a un punto di non ritorno. La Terra potrebbe diventare come Venere. Con temperature oltre 250 gradi e piogge di acido solforico. Catastrofismo? Un po’. 

Ma gli studiosi seri sono costretti a usare gli eccessi per dire quanto è enorme il pericolo di estinzione. Di scomparsa. Della specie. E’ un modo per scuotere le coscienze disattente e immerse nel paranoico quotidiano, Massimo del giorno dopo. Fatto, spesso, di cialtroni con il camice bianco che vendono un salutismo tarocco in porzioni di setta. Camuffato da scienza. La polizia di Ancona ha smantellato una congrega operante tra le Marche e l’Emilia Romagna che spacciava una dieta macrobiotica miracolosa in grado di guarire malattie incurabili per la medicina ufficiale. Gli adepti erano ridotti in schiavitù. Addirittura una vittima è arrivata a pesare 35 chilogrammi.

Hawking avrebbe strabuzzato gli occhi di fronte a tale ignoranza. Al livello di sottoscala in cui la totale assenza di considerazione di sé stessi e della vita è arrivata. Di fronte poi al professore di Cambridge che fece la scoperta più famosa, dei buchi neri esistiti fin dal Big Bang, su quella sedia a rotelle con il corpo che, dai 21 anni di età, via via, si accartocciava senza lasciargli scampo alcuno. Quando ti convinci che nel 2018 è impossibile cadere in pozioni magiche o miracoli è la volta buona che sei chiamato a ricrederti. E a convincerti che questo è il risultato di chi, dall’oggi al domani, vuole ridiscutere tutto quanto improvvisandosi anche guru paramedico. La disputa inopportuna sui vaccini è una. I beveroni per curare i tumori è l’altra. Nel circo dei creduloni alla base c’è tanto integralismo. Il contrario della scienza. E della vita. Quella di Hawking.

Articoli Correlati
Opinioni