Tecno

Se i cartoni su YouTube fanno paura ai bambini

WEB

Da qualche tempo YouTube, la piattaforma di video più popolare del mondo, ha seri problemi con i cartoni destinati ai più piccoli. Migliaia di queste clip per i bambini, che spesso durano anche ore perché sono collage di decine e decine di scenette, sono in realtà del tutto inadeguati all’infanzia. Piccoli studi di animazione, spesso del Sudest asiatico ma non solo, deturpano personaggi famosi e amatissimi, da quelli Disney a Spiderman fino ai Paw Patrol, copiandoli in modo maldestro e in barba al diritto d’autore, confezionando storielle insensate con espliciti rimandi alla violenza e alla sessualità. E caricandole sui propri canali per fare soldi. Contenuti raggelanti indirizzati a bimbi di pochi anni, disponibili anche sulla piattaforma italiana, di cui spesso i genitori ignorano l’esistenza. YouTube è infatti utilizzato come baby sitter a tempo pieno e, complice la riproduzione automatica dei video alla fine di ogni clip e i numerosi link da cui è circondato un contenuto, imbattercisi è molto semplice. Non a caso lo scandalo dei “fake cartoon”, cioè dei cartoni taroccati dal sapore inquietante, ha già fatto scappare a gambe levate numerosi inserzionisti, che hanno ritirato la propria pubblicità da YouTube. Google, che controlla la piattaforma, ha lanciato un’offensiva garantendo maggiore rispetto delle regole, la rimozione degli spot dai video incriminati (dunque l’impossibilità di monetizzarli) e il blocco dei commenti inadatti sotto a questi video (un’altra sfumatura del problema). «Mentre alcuni di questi video possono essere adatti agli adulti altri sono completamente inaccettabili, stiamo lavorando per eliminarli» ha spiegato Johanna Wright, vicepresidente di YouTube. Intanto i genitori possono attivare la “Modalità con restrizioni”. Se invece incappano in un video che ritengono inappropriato possono segnalarlo aprendo il menu in basso a destra di ogni video, cliccando sui tre puntini. In questo modo si richiamerà l’attenzione di sistemi e staff di controllo. 

SIMONE COSIMI

 

 

Teac TN400BT 

Il brand nipponico svela il primo giradischi con modulo Bluetooth aptX. Trazione a cinghia e velocità di rotazione 33/45/78 giri e braccio a forma di “s”, può essere collegato a cuffie e diffusori in wireless. È dotato di un’uscita digitale Usb a 16-bit/48kHz per collegarlo a pc o Mac e digitalizzare la musica dei vinili. Cinque colori, da rosso a legno. Costa 499 euro.

 

Animal Crossing: Pocket Camp

Reduce dal buon esordio con Super Mario Run e dal boom di Pokémon Go con Niantic, Nintendo lancia un nuovo mobile game. Ispirato a un suo storico titolo per le sue console. Qui l’obiettivo è fare i campeggiatori perfetti fra raccolte di frutta e oggetti, produzione di mobili e minigiochi. Free-to-play con acquisti in app. Già sopra i 15 milioni di download.

 

Powerbot VR7000 Samsung

Edizione speciale del robot aspirapolvere Powerbot VR7000 di Samsung, ispirata al mondo di “Guerre Stellari”. L’elettrodomestico smart, con potenza da 10 watt e tecnologia CycloneFroce, in grado di navigare in autonomia, è ora disponibile in versione Darth Vader e Stormtrooper, strizza l’occhio ai fan in attesa di “Star Wars: Gli ultimi Jedi”. Costa 799 (Darth Vader) o 699 euro (Stormtrooper).

 

 

 

 

 

Articoli Correlati
Tecno