Motori

La super Ferrari FXX-K Eco presentata al Mugello

Auto

AUTO Si tratta di una vettura laboratorio, la nuova Ferrari FXX-K Evo svelata alle Finali Mondiali svoltesi sul circuito del  Mugello. Realizzata in pochi esemplari è destinata a clienti selezionati e come le precedenti non è omologata per la circolazione in strada. L'auto, motorizzata da un V12 di 6.300 cc di cilindrata con una potenza massima di 1050 Cv, dei quali 860 Cv garantiti dall'unità termica e 190 Cv dall'elettrico, rappresenta un'evoluzione del programma `XX´ e sarà destinata ad un numero di selezionati clienti che per l'occasione si caleranno nel ruolo di collaudatori in grado di condividere insieme ai tecnici di Maranello lo sviluppo dei componenti innovativi che verranno applicati sulla vettura. La novità più evidente di questa nuova auto è l'evoluzione aerodinamica, risultato di oltre un anno di lavoro in galleria del vento, con un incremento del carico aerodinamico grazie all'utilizzo di una nuova ala posteriore con profilo a biplano. Modificati anche i due paraurti, i fondi anteriori e il condotto di scarico. Per l'aumento delle prestazioni della vettura è stato modificato anche il design delle prese dei freni anteriori, mentre all'interno dell'abitacolo, sul display sono riportati tutti i dati della nuova telemetria. Tra le novità introdotte dal pacchetto Evo si segnala anche un volante derivato dalla Formula 1 e pensato per permettere ai piloti di sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questa vera e propria hypercar da pista. Tra i comandi integrati, oltre alle leve del cambio a doppia frizione "Formula 1" a sette marce, è presente anche il manettino del Kers. Nuovo anche il display montato a lato del tunnel centrale: sullo schermo da 6,5" sono riportati tutti i dati della telemetria, i tempi sul giro e i parametri dell'auto oltre alle immagini della videocamera posteriore che sostituisce lo specchietto interno. Il programma di test della `FXX-K EVO´ si svilupperà nelle stagioni 2018/2019 in 9 appuntamenti fra marzo e ottobre e verrà completato dopo aver sostenuto 5.000 km di sviluppo e altri 15.000 km di test di affidabilità.

C.CA.

 

Articoli Correlati
Motori