Spettacoli

I ritmi ipnotici di Tony Allen e Jeff Mills

Roma/Musica

ROMA  Due grandi protagonisti della scena musicale contemporanea domenica alle 21 al Parco della Musica. Il “RomaEuropa Festival” ospiterà uno degli eventi più attesi dell'edizione 2017, vale a dire il concerto che vedrà insieme sul palco Tony Allen, batterista che ha contribuito a diffondere in tutto il mondo il suono dell'afrobeat, e Jeff Mills, uno dei pionieri della cosiddetta Detroit Techno.

Definito da Brian Eno «il miglior batterista di tutti i tempi», Allen ha contaminato i gusti musicali di tutto il mondo con la vitalità e la forza primordiale dei suoi ritmi. Ha inciso più di 50 dischi con Fela Kuti, padre indiscusso dell'afrobeat, e intrapreso un'ininterrotta ricerca anche verso altri orizzonti musicali, collaborando con artisti come Damon Albarn e Paul Simonon dei Clash. È reduce in questi giorni dalla collaborazione al nuovo disco di Jovanotti, che lo ha presentato come uno dei suoi eroi. 

Pilastro della club culture e della musica elettronica è anche Jeff Mills, sperimentatore e ideatore di progetti ibridi che vanno dalla classica all'elettronica al pop. Il filo rosso che unisce le loro due esperienze è la voglia di sperimentare e mettersi sempre in gioco: lo faranno anche nel concerto di domenica, una jam session in salsa techno dai ritmi ipnotici e forsennati. 

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli