Mobilità

Fs vuole Trenord Fnm smentisce trattative

Milano/Trasporti

REGIONE Da mesi parlano due lingue diverse: anche ieri secondo l'ad delle Ferrovie Renato Mazzoncini le FS e la Regione Lombardia apriranno “sicuramente” un tavolo per discutere l'acquisizione della maggioranza di Trenord da parte delle stesse Fs, ora diviso al 50% con l’altro azioni, Ferrovie Nord Milano, controllato dal Pirellone. A stretto giro gli risponde il presidente di FNM SpA, il leghista Andrea Gibelli:  «Come ho più volte ribadito, non esiste alcuna trattativa finalizzata alla cessione di quote di Trenord. Il mandato che ho ricevuto pubblicamente dal presidente Roberto Maroni lo scorso 17 maggio riguarda solo l’apertura di un tavolo di confronto con Ferrovie dello Stato solo sul tema degli investimenti».  Ma Mazzoncini insiste: «Con Maroni ne abbiamo parlato più volte. Le Ferrovie dello Stato hanno più capacità di investimento, mentre la Regione deve concentrarsi sull'attività regolatoria». Un copione già visto più volte anche se il chiarimento si avvicina: la questione è rinviata ad un incontro tra le parti dopo la presentazione del piano strategico di FNM il prossimo 25 ottobre.

Delle sue mire su Trenord Mazzoncini ha parlato ieri a margine del viaggio di prova sulla nuova linea di Alta Velocità Treviglio - Brescia collaudata assieme al Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio. Sono in corso infatti le prove tecniche per l’attivazione commerciale da domenica 11 dicembre, in concomitanza con il nuovo orario ferroviario. La linea AV/AC Brescia - Milano porterà inizialmente a 36 minuti i tempi di viaggio fra i due capoluoghi. a 30 minuti con il completamento dell’interconnessione a Brescia Centrale.  Nel 2017 dovrebbero aprire i cantieri delle altre due tratte AV mancanti, da Brescia a Verona e da Verona a Padova. METRO

Articoli Correlati
Mobilità