Opinioni

#Pechinoexpress contro #SAM7, armi affilate

Patrizia Pertuso

È tutto un “cinguettio” di tv. Una specie di sfida all’ultimo colpo da 140 caratteri. Da una parte Mamma Rai – Due. Dall’altra Mediaset – Canale 5. A sfidarsi l’adventure game “Pechino Express” e la fiction “Squadra Antimafia 7”. Su un canale la bravura e la simpatia di Costantino della Gherardesca, giunto al terzo anno di conduzione. Sull’altro il fascino del vice questore Domenico Calcaterra (Marco Bocci). Insomma, non c’è tregua. #Pechinoexpress contro #SAM7.

A vincere è la prima puntata della settima edizione della serie ideata da Pietro Valsecchi che festeggia il ritorno in onda con 4.378.000 telespettatori e il 19.6% mentre Pechino Express su Rai 2 tiene la media  di 2.255.000 spettatori pari al 10% di share. Certo la “comparsa” di Giancarlo Magalli nell’adventure game che spodesta il legittimo conduttore e lo obbliga a tornare fantastico personaggio in gara avrebbe potuto fare di più. Certo l’apparizione del desnudo Giancarlo immerso in una vasca da bagno sommerso da “Mille bolle blu” avrebbe potuto far registrare un drammatico calo degli ascolti. Ma il primo bacio tra Nike Rivelli e Yari Carrisi probabilmente ha puntato al rialzo. La guerra è guerra. E su Canale 5 #SAM7 ha da sempre un largo seguito grazie a Valsecchi che sa il fatto suo.

Neanche il concerto di Fedez su Italia 1 sposta l’attenzione dai due “colossi”. Di sicuro dalla prossima settimana - Pechino sarà in onda il lunedì e Squadra resterà il mercoledì - la battaglia a colpi di tweet si sposterà su altri fronti. Affilate le armi. O i tablet.

PATRIZIA PERTUSO
giornalista

Articoli Correlati
Opinioni