7:41 pm, 15 Gennaio 23 calendario

Playoff NFL ’23: i Jaguars rimontano 27 punti per l’impresa dell’anno!

A cura di ACS
condividi

Il Wild Card weekend si è aperto con la netta vittoria dei 49ers su Seattle; gli uomini di Carroll resistono solo un tempo, poi si sbriciolano sotto i colpi delle stelle di Shanahan. Incredibile, invece, il match di Jacksonville, dove i Jaguars partono malissimo con 4 intercetti in due quarti di Lawrence, vanno sotto 27-0 ma nel secondo tempo realizzano una rimonta da brividi, finendo per vincere con un field goal allo scadere.

In barba all’ordine cronologico, è doveroso iniziare il nostro racconto dal secondo match del Wild Card weekend, quello che vedeva i Jacksonville Jaguars ospitare i Los Angeles Chargers. Entrambi i qb sono giovani e senza esperienza di postseason, ma la partenza di Trevor Lawrence è addirittura da incubo: a metà del secondo quarto di gioco ha già incassato ben 4 intercetti (3 dei quali da Asante Samuel), trasformati in 27 punti (a zero) dai Chargers. Lo stadio è ammutolito ma i Jaguars, pur frastornati, riescono a muovere il tabellone a 24″ dall’intervallo, segnando il td della speranza con Engram. Il secondo tempo è bellissimo, con i padroni di casa rianimati dal td del 14-27, mentre i Chargers rispondono solo con il field goal del 14-30. I Jaguars entrano ancora in end zone, mancano la trasformazione da 2 punti, ma sul 20-30 con un intero quarto ancora da giocare la partita può ormai dirsi definitivamente riaperta.

All’inizio dell’ultimo periodo, i Chargers mancano un sanguinoso field goal, che pagheranno a carissimo prezzo, perché ormai Lawrence è una macchina da completi e riporta ancora i suoi in end zone, prima per il td del 26-30 e poi per la trasformazione da 2 punti del 28-30, figlia anche della coraggiosa scelta del coach Peterson. Herbert ha ancora tempo per rimettere la partita in carreggiata, ma con 4′ da giocare completa corto un 3&13 e costringe i suoi al punt. Jacksonville sembra imbottigliarsi in 4&1 con 1’28” sul cronometro, ma la difesa dei Chargers si fa cogliere completamente di sorpresa su una corsa al largo di Etienne, consegnadosi di fatto nelle mani degli avversari. Peterson fa giocare i suoi con il cronometro e arriva alle 26 yard con soli 3″ residui, ma tanto basta per mettere a segno il field goal del sorpasso (31-30) per una vittoria talmente incredibile da divenire indimenticabile.

Molto meno palpitante (per nostra fortuna) il match di San Francisco, in cui i Seahawks tengono botta per i primi due quarti, andando addirittura al riposo in vantaggio di un punto, ma nel secondo tempo crollano nettamente, lasciando strada libera ai padroni di casa. Impressionante la prova corale dei 49ers, con tutte le sue stelle capaci di incidere a turno sull’andamento della gara, sia in attacco che in difesa. Non si può non partire da Brock Purdy, il rookie delle meraviglie che dopo una partenza un po’ nervosa si scioglie e fa segnare una partita clamorosa, con 3 td pass, una meta segnata in prima persona e zero intercetti. In attacco Deebo Samuel, protagonista di un td da 74 yard, sembra essere tornato quello pre infortunio, benissimo McAffrey, Aiyuk e Kittle, due mete per Mitchell e una linea offensiva ordinata e robusta.

La difesa si è fatta cogliere distratta sulle route profonde, come accade un po’ troppo spesso negli ultimi tempi, con il td da 50 yard di Metcalf che ha segnato il sorpasso a metà del secondo quarto. La linea ha tenuto su numeri bassi un running back pericoloso come Walker, Lenoir ha intercettato Smith e Bosa ha giocato una partita molto giudiziosa, culminata nel fumble recuperato a metà del terzo periodo, giocata spartiacque del match.

Gianluca Puzzo – SportOne

Ti ricordiamo che è disponibile su Amazon il libro “Sport One Greatest Hits”, che raccoglie i migliori articoli pubblicati nei primi 8 anni di vita del nostro blog.

15 Gennaio 2023 ( modificato il 16 Gennaio 2023 | 20:15 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo