Milano
3:32 pm, 20 Settembre 22 calendario
3 minuti di lettura lettura

In manette la banda degli orologi di lusso

Di: Redazione Metronews
condividi

Erano il terrore dei turisti facoltosi, proprietari di orologi di lusso come Rolex e Richard Mille, i quattro algerini arrestati martedì scorso. Gli agenti della Polizia di Stato, coordinati dalla Procura di Milano, li ritengono infatti responsabili di almeno tre furti e rapine di orologi di lusso commessi nel centro di Milano tra giugno e settembre. In manette sono finiti un 21enne, un 22enne e un 24enne, mentre un quarto uomo di 22 anni è stato sottoposto a fermo. Al momento del fermo, avvenuto nell’appartamento del 22enne e del 24enne in via Cavezzali 11, zona via Padova, gli investigatori hanno trovato e sequestrato 4 mila euro in contanti, alcuni orologi di lusso, principalmente Rolex, sei smartwatch Garmin, due obiettivi reflex Sony e diversi indumenti utilizzati dagli indagati in occasione dei furti e delle rapine.

Il primo episodio contestato agli arrestati risale al 5 giugno scorso, quando in quattro hanno aggredito un turista uzbeko in via Manzoni, portandogli via un orologio Richard Mille «Felipe Massa» da 200 mila euro.

Un’altra rapina contestata è avvenuta il 6 luglio in corso Vittorio Emanuele, dove due algerini hanno avvicinato una coppia di turisti iraniani mentre entravano nella galleria Passerella. In quell’occasione, fingendosi turisti bisognosi di alcune informazioni, hanno bloccato l’uomo e gli hanno sfilato dal polso un Hublot «Classic Fusion» da 6 mila euro.

Al momento del blitz, nell’appartamento di via Cavezzali 11, erano presenti il 22enne, il 24enne e una 32enne. I due uomini rispondevano anche alla descrizione dei rapinatori che l’11 settembre scorso avevano derubato un uomo di nazionalità cinese di un Patek Philippe Geneve da 20 mila euro in via Hoepli. Orologio che gli agenti hanno trovato nello zaino della 32enne la quale è stata accusato di ricettazione. Uno degli indiziati della rapina dell’11 settembre era uscito solo poche ore prima dal carcere di Bollate.

Leggi di più:

Rapina un Richard Mille. L’orologio vale un milione e mezzo

20 Settembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo
Articoli correlati
Milano
Continue risse e violenze, chiuso il Number One di Arese
I sigilli sono scattati dopo che, lo scorso gennaio, si era consumata una rissa tra più persone con tanto di lancio di tavoli e sedie di plastica
Milano
Moda e design dialogano nel segno della sostenibilità
Oggi negli spazi di Base e nel segno della sostenibilità, nell'ambito dell'evento Milano Circolare 2024, l'assessora allo Sviluppo economico con delega a Moda e Design Alessia Cappello ha incontrato in un inedito dialogo a tre la presidente del Salone del Mobile.Milano, Maria Porro, e il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa
Milano
Coldiretti, ripiantati a Milano gli abeti natalizi con Campagna Amica
Ripiantati in un'area verde delle case popolari di Calvairate-Molise-Ponti i dodici alberi che dopo le festività natalizie i clienti del mercato agricolo di Porta Romana hanno riconsegnato a Campagna Amica per non farli morire
Milano
L’università Milano Bicocca contro la violenza di genere
Si intitola “Saperi e competenze contro la violenza di genere” l'incontro che si terrà il 4 marzo a partire da mezzogiorno, nella Sala Rodolfi, Edificio Agorà/U6 in piazza dell'Ateneo Nuovo, 1
Milano
Incendio nel milanese, VVFF: «C’è ancora il rischio di crolli»
Prosegue l'opera delle squadre dei Vigili del Fuoco impegnate da ieri pomeriggio nell'incendio che ha distrutto un capannone industriale a Cavaione, frazione di Truccazzano