Fair play finanziario
6:31 pm, 2 Settembre 22 calendario
3 minuti di lettura lettura

La Uefa sanziona Inter, Milan, Juventus e Roma

Di: Redazione Metronews
condividi

Fair play finanziario: la Uefa ha deciso di sanzionare otto grandi club, e tra di essi Inter, Milan, Roma e Juventus, per non aver rispettato gli obiettivi di equilibrio dei conti.

La Uefa sanziona 8 club, gli italiani sono Inter, Milan, Juventus e Roma

La Prima Sezione dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club (CFCB), presieduta da Sunil Gulati (foto Lapresse), ha riscontrato che Milan, Monaco, Roma, Beikta JK, Inter, Juventus, Olympique Marsiglia e Paris Saint-Germain non hanno rispettato il requisito di pareggio di bilancio. L’analisi ha riguardato gli esercizi 2018, 2019, 2020, 2021 e 2022.

La multa Uefa è di 172 milioni in tutto

Gli otto club hanno accettato di versare un contributo finanziario di 172 milioni di euro. Tali importi saranno trattenuti da eventuali entrate che i club guadagneranno dalla partecipazione alle competizioni Uefa o pagati direttamente. Di tale importo, 26 milioni di euro (15%) saranno corrisposti interamente, mentre il saldo residuo di 146 milioni di euro (85%) è condizionato al rispetto degli obiettivi indicati nel rispettivo settlement agreement, che sarà su base triennale o quadriennale.

Quanto devono pagare i club italiani

In particolare, il Milan dovrà pagare 2 milioni che potranno diventare 15, la Juventus 3,5 (che potranno diventare 23), l’Inter 4 (che potrebbero diventare 26), la Roma 5 (fino a 35 milioni). Stangata sul Psg: 10 milioni subito, che potrebbero diventare 65.

Le limitazioni e i settlement agreement

Ai sensi del settlement agreement triennale, i club si impegnano a rispettare la regola degli utili calcistici durante la stagione 2025/26, raggiungendo obiettivi annuali intermedi e applicando misure finanziarie e sportive condizionate qualora tali obiettivi non fossero raggiunti.
Il settlement agreement quadriennale si differenzia in quanto prevede una stagione in più per rispettare la regola degli utili calcistici, ma comprende restrizioni sportive incondizionate sul tesseramento di nuovi giocatori a partire dalla stagione 2022/23. Roma e Inter hanno optato per un settlement agreement quadriennale, mentre tutti gli altri club – Milan, Monaco, Beikta, Juventus, Olympique Marsigli e Paris Saint-Germain – hanno scelto quello triennale. Ad altri club, come Lazio e Napoli, ma anche Barcellona e Manchester City, non sono state irrogate sanzioni. Ma sono state chieste ulteriori informazioni finanziarie nell’ambito di un monitoraggio.

2 Settembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA