m5s nella tempesta
5:48 pm, 28 Luglio 22 calendario

M5S, a Bologna se ne vanno anche Bugani e Piazza

Di: Redazione Metronews
condividi

I M5S perdono pezzi ed anche a Bologna lo scossone è forte. L’assessore Massimo Bugani e Marco Piazza, consigliere comunale dal 2011 e capogruppo dei pentastellati a Palazzo d’Accursio, lasciano il Movimento per entrare in Articolo Uno di Bersani.

Bugani e il “modello Bologna”

Tramonta così il cosiddetto “modello Bologna”. Una “batosta” per il Movimento, che perde due “grillini” della prima ora. Bugani, infatti, ha avuto ruoli anche importanti visto che è stato il capo dello staff di Virginia Raggi e candidato per ben due volte alla poltrona di sindaco di Bologna. La situazione che si è venuta a creare a livello nazionale con la caduta del governo Draghi, la fine del “campo largo” e la campagna elettorale iniziata all’insegna della “caccia ai 5 Stelle” è stata, con tutta probabilità, la molla che ha accelerato nei due la decisione maturata già da tempo.

“Lascino gli incarichi”

“A Bologna nel 2021 è stato costruito un accordo programmatico che ha visto il M5S sostenere il sindaco Lepore. In virtù di quell’accordo politico e programmatico il simbolo del Movimento 5 Stelle ha raccolto quasi 5000 voti. Siamo certi che Massimo Bugani che, lo ricordiamo, ha raccolto 361 preferenze e Marco Piazza, eletti e nominati nei rispettivi ruoli istituzionali proprio grazie al M5S, rassegneranno le loro dimissioni dai loro incarichi“. Così in una nota i parlamentari M5S dell’Emilia-Romagna. “Insieme a loro abbiamo condiviso un lungo percorso politico in cui una delle bandiere che ci univa era proprio quella della coerenza delle scelte politiche. In questi anni abbiamo sempre chiesto con forza a chi lasciava il nostro Movimento di dimettersi per rispetto di quegli elettori che hanno votato non una persona, ma quello che il nostro simbolo rappresenta, per la sua storia, per le sue battaglie che continueranno con ancora maggiore forza a tutela dei diritti. Auguriamo buona fortuna a chi decide di lasciare il M5S ma chiediamo la coerenza che è sempre stata pretesa da tutti”, concludono.

28 Luglio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo